Cinquini a Tmw: "La Juventus ha deficienze importanti, Allegri ha bisogno di un regista"

19.05.2022 22:30 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
Cinquini a Tmw: "La Juventus ha deficienze importanti, Allegri ha bisogno di un regista"
TuttoJuve.com

Il dirigente sportivo Oreste Cinquini, intervistato su Stadio Aperto, programma in onda su TMW Radio, ha iniziato parlando del Milan di Pioli: "L'ho avuto come calciatore alla Fiorentina e a Bologna ho iniziato a farlo allenare, lì vinse il campionato Allievi Nazionali. Venni via da Parma e lo consigliai, tanto che lo presero. Stefano sta dimostrando di essere un buonissimo allenatore, un uomo tranquillo e posato che ha fatto un lavoro encomiabile: domenica potrebbe essere la sua apoteosi. Ho avuto anche Marotta e Simone Inzaghi tra i miei, quindi non dico nulla, solo che il Milan ha percentuali molto alte".

Ha migliorato tanti singoli.
"Il Milan non ha la squadra più forte e ne sono convinto anche adesso. La partita di Bologna li ha lanciati verso lo Scudetto... Non tutte le sconfitte vengono per nuocere: l'eliminazione dei rossoneri ha portato meno stress, con il gruppo che si è poi cementato attorno a Pioli".

Che bilancio per l'Inter?
"Assolutamente positivo pure dovessero arrivare secondi, stanno lottando fino all'ultimo e hanno già due trofei. A Inzaghi è venuto meno Lukaku, ha fatto il massimo: un Triplete italiano sarebbe da immortalare".

Chi potrebbero cedere quest'estate?
"Se dovesse essere Bastoni, non sarebbe semplice sostituirlo però viene dalle giovanili ed è tutta plusvalenza, di buoni difensori in giro se ne trovano".

Non sarebbe una grave rinuncia?
"Chi dovrebbero vendere, Lautaro? Se non arrivano squadre inglesi, cederlo non è facile. Bastoni invece è un difensore mancino e in Inghilterra sono assetati di giocatori così, chissà che non vengano Paratici e Conte...".

Come si giudica la stagione di Allegri?
"La Juventus ha deficienze importanti, l'unico modo per entrare nelle prime quattro era l'acquisto di Vlahovic a gennaio: bravi a farlo e ci sono riusciti. Allegri è pragmatico, bisogna dargli i giocatori di cui ha bisogno. Avrebbe bisogno di un regista".

Jorginho o Paredes?
"Quest'ultimo lo conosco bene, porta geometrie. Arthur non è all'altezza di giocare nella Juve, è solo un buon calciatore. Come del resto Locatelli, non un crack di metà campo come invece Pogba o Milinkovic-Savic. Un giocatore come Pogba, se a posto fisicamente, è formidabile. La Juventus non può però permettersi di sbagliare, giocasse il 50% delle partite sarebbe gravissimo".

Senza Europa la Fiorentina dovrebbe rammaricarsi?
"Ricordiamoci da dove sono partiti e dove stanno arrivando. Il campionato è stato importante, specie nel primo semestre, e per questo vanno sopratutto meriti a Italiano. Anche però a chi l'ha scelto: prenderlo dopo Gattuso significa avere conoscenza. Contro la Sampdoria la Fiorentina non è scesa in campo... Non scordiamoci però che a gennaio hanno perso Vlahovic, con lui avrebbero potuto fare di più, ma comunque aspettiamo e speriamo nell'Europa".

Come dovrà ripartire il Genoa?
"La loro tifoseria non merita la Serie B, la nuova proprietà dovrebbe aver portato solidità alla società. Il problema è che tutti questi americani in Italia hanno poca esperienza e si sono affidati a persone di un certo tipo: il professor Zangrillo è eminente, ma fa un altro lavoro. Servono persone capaci e d'esperienza, che sappiano a quale carretto attaccare il cavallo. Guardate cosa è successo a Parma, con una squadra di potenzialità unica non sono neanche ai playoff. Il Genoa dovrà sbalordire in Serie B, la sua gente non gli permetterebbe altro".

Chi la favorita per i playoff di Serie B?
"Potrebbe essere il Benevento, con il Pisa non l'ho visto male. Una delle due...".