CHIELLINI A JTV: "Vedere tanti giovani è un orgoglio per la società. Domenica contro l'Inter importante, ma non decisiva"

14.01.2021 09:30 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
CHIELLINI A JTV: "Vedere tanti giovani è un orgoglio per la società. Domenica contro l'Inter importante, ma non decisiva"
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Intervistato da Juventus TV, il difensore della Juventus Giorgio Chiellini commenta così il match vinto ai supplementari in Coppa Italia contro il Genoa: “Siamo partito molto bene, abbiamo fatto due gol e potevamo farne altri, eravamo in controllo e invece loro ci hanno punti alla prima occasione. È un aspetto che dobbiamo migliorare. Noi eravamo stanchi e loro hanno pareggiato la partita, ma sono contento per Rafia. Oggi hanno giocato tanti ragazzi giovani, lo hanno fatto veramente bene e penso che sia orgoglio anche per la società. Poi cosa più importante abbiamo passato il turno”.

La tua prestazione?
“Avevo bisogno di riassaggiare il campo, era qualche giorno che stavo bene ed ero pronto a fare dei minuti. Oggi volevo mettere qualche minuto per entrare in condizione, mi sto sentendo sempre meglio e spero di aiutare la squadra. Ora voglio dare continuità in allenamento e dare una mano”.

Questo è il senso del progetto seconda squadra?
“Questi ragazzi sono più maturi, hanno due anni di esperienza tra i professionisti. Questi ragazzi ci alzano anche tanto il livello degli allenamenti, hanno una struttura da calciatori e sono pronti per giocare con noi. Cominciano ad affacciarsi a questo mondo nonostante il livello della Juventus sia altissimo. Se riuscissero a farlo anche altre squadre sarebbe un vantaggio per tutti e permetterebbe di abbassare i costi”.

Ultimamente la Juve prende dei gol per poca attenzione?
“Quest’anno abbiamo già perso dei punti così. Siamo partiti benissimo, nel primo tempo potevamo stare avanti 3-0, poi capita che ci adagiamo, siamo stati più passivi. Quando si innesca quella cosa lì delle cose che sembrano innocue poi ti complicano la partita. È un aspetto che bisogna risolvere e deve essere alla base del nostro futuro. Abbiamo lasciato per strada tanti punti che magari ci potevano permettere di arrivare agli scontri diretti davanti e non dietro. Anche quello fa la differenza”.

Domenica sera c’è Inter-Juve, importante ma non decisiva?
“Sì, manca poi ancora un girone, ma direi che è importante ma non decisiva. È chiaro che veniamo da un periodo positivo, sarebbe importante dare continuità. Loro sono una grande squadra, sarà molto difficile. Dovremo fare una partita tosta come è stato già a Milano contro il Milan”.