Calamai (Gazzetta): "La sconfitta in Coppa Italia ha risvegliato la Juve, ha ripreso a correre verso lo Scudetto"

03.07.2020 15:40 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Calamai (Gazzetta): "La sconfitta in Coppa Italia ha risvegliato la Juve, ha ripreso a correre verso lo Scudetto"

Nel suo editoriale per La Gazzetta dello Sport, Luca Calamai ha fatto il punto sulla Serie A dopo l'ultimo turno: "Abbiamo il poker per la Champions della prossima stagione. L’Atalanta sale sul treno nobile che ospita già Juve, Lazio e Inter. E, guardando la classifica di Serie A, la squadra di Gasperini può addirittura puntare, in questa coda di torneo, a un posto sul podio in campionato. La corsa scudetto, invece, vede la Juve in fuga. La sconfitta nella finale di Coppa Italia ha dato una scossa positiva alla squadra bianconera. E ha risvegliato e pungolato nell’orgoglio i suoi campioni. CR7 e Dybala hanno realizzato sei gol da quando è ripartito il campionato. Nessuna coppia d’attacco ha fatto meglio. Il Dybaldo funziona. E ora ai due fenomeni si è aggiunto anche Douglas Costa che, con i suoi strappi, completa in maniera perfetta il reparto offensivo. Ci sarà tempo per valutare se le idee di Sarri stanno finalmente trovando terreno fertile o se non c’è bisogno di schemi particolari quando ci sono i colpi dei grandi giocatori a fare la differenza. Di sicuro, la Juve ha ripreso a correre e ora ha un preciso obiettivo: cercare di blindare prima possibile l’ennesimo scudetto consecutivo per poter poi preparare al meglio la Champions. Le ultime partite potrebbero permettere a Sarri di elaborare un turnover quasi scientifico per portare tutti i suoi titolari in condizione all’appuntamento Europeo. La Juve comunque non perde di vista la Lazio che sta ritrovando quella magia che l’ha portata ad accarezzare lo scudetto. Il prossimo turno di campionato regala un duello a distanza intrigante tra le due formazioni che comandano la classifica. La Juve si confronterà nel derby con un orgoglioso Toro mentre la squadra di Simone Inzaghi dovrà pesare un Milan alla ricerca di una chiara identità".