Bruno Longhi: "Demiral ipotesi Milan. Situazione Mandzukic complicata. Non capisco critiche a Bernardeschi"

21.11.2019 06:30 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Bruno Longhi: "Demiral ipotesi Milan. Situazione Mandzukic complicata. Non capisco critiche a Bernardeschi"

Il giornalista Bruno Longhi è intervenuto sulle frequenze di Radio Sportiva. Ecco le sue considerazioni:

Sul mercato del Milan: "Un'ipotesi Demiral c'è per il Milan. Di Ibra si è parlato a lungo, specie per il fatto che è subito tesserabile e che i tifosi sarebbero entusiasti. Sui rossoneri sono ottimista: sono talmente al di sotto delle aspettative che ora possono solo risalire. Il piazzamento finale dipenderà da quanto rallenteranno le altre che stanno davanti".

Sui falli di mano: "La 'zona grigia'? Alla fine si è capito poco se dipenda dalla geometria o dalla dinamica: con il VAR si è fatto di tutto per avere un giudizio uniforme ma il risultato mi pare diverso. Spero che la regola venga chiarita e resa agevole dalla prossima stagione".

Su Cerri: "È un buon giocatore, ma è chiuso da Simeone che sta facendo bene. La speranza per il Cagliari è che possa essere il degno sostituto dell'ex viola o di Pavoletti quando chiamato in causa".

Sul Torino: "Per caratteristiche il Torino può essere un trappolone per tutti ma anche per se stesso. L'Inter è favorita per il tasso tecnico, ma sarà una gara difficile".

Su Ibra: "Un incontro fra Raiola e il Milan non presuppone unicamente Ibra. I segnali che ho io inducono a pensare che ci sia una riflessione. Dico 51% no e 49% sì al ritorno dello svedese".

Su Mandzukic: "Situazione complicata, si allena per i fatti suoi e ha le sue motivazioni. Difficile capire cosa stia succedendo, quando prende una decisione non si schioda da lì. Non lo vedo sicuramente al Milan. La Juve non ha fatto quasi mercato in uscita: chi era in vendita si è rifiutato di partire. La squadra è attrezzata in tutti i reparti, a gennaio dove potrebbe migliorarsi?".

Su Paquetà: "Pensavo che fosse la classica mezza punta, invece sembra a suo agio come mezzala. Contro la Juve l'ho visto molto bene lì, tignoso e determinato".

Su Bernardeschi: "Dove lo metti sta. È forte, non so perché venga spesso criticato dai tifosi bianconeri: è un patrimonio della Juve e del nostro calcio che può fare tutti i ruoli del centrocampo. Ha corsa, determinazione e dribbling per fare bene".

Sul Tottenham: "Mourinho casca sempre in piedi: ha vinto otto titoli in giro per l'Europa ed è l'uomo del Triplete. Ha rescisso solo in Inghilterra e per la prima volta arriva a stagione iniziata. Vediamo cosa accadrà dal punto di vista tecnico".