Biasin: "Kean? Bisogna farsi qualche domanda. Juve-Milan mi ha fatto pensare: ai bianconeri risparmiati alcuni gialli e questo ha condizionata gara. Da Bernardeschi si deve pretendere di più"

16.11.2019 21:45 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
Biasin: "Kean? Bisogna farsi qualche domanda. Juve-Milan mi ha fatto pensare: ai bianconeri risparmiati alcuni gialli e questo ha condizionata gara. Da Bernardeschi si deve pretendere di più"

Il giornalista di Libero Fabrizio Biasin  è intervenuto a Radio Sportiva.

SULL'ITALIA - "Complimenti a un gruppo che arrivava dalla delusione più grande della storia del nostro calcio e che anche grazie a Mancini e a tanti giovani talenti ha inanellato dieci vittorie di fila. Al di là del valore degli avversari, adesso dobbiamo solo sorridere. Tra Belotti e Immobile l'Italia adesso ha due veri bomber per EURO2020. Secondo me Tonali non assomiglia tanto a Pirlo non so dove arriverà, ma scommetterei su questo giocatore, perchè a 19 anni ha già la capacità di essere leader di una squadra di Serie A ed è una qualità rarissima"

SUL MILAN - "Se il Milan decide di vendere un giocatore come Donnarumma deve avere ben chiaro dove investire il gruzzolo che guadagnerebbe. Stiamo parlando di uno dei più bravi al mondo in questo momento. Il Milan non ha un problema di modulo ma di prestazione dei singoli: sono in miglioramento, ma se in attacco non si ottimizza il lavoro degli altri diventa difficile fare punti"

SUL NAPOLI - "Il Napoli può uscire da questo momento solo con i risultati: i giocatori hanno messo davanti i loro interessi a quelli della squadra e questo non è permesso"

SULLA LAZIO - "Quella di Inzaghi è una bella idea di calcio, ma bisogna capire quali sono gli obiettivi del club: se l'obiettivo è l'Europa che conta allora manca qualcosa, ma la società sta lavorando bene e anche Acerbi è stato una grande scelta"

SULL'INTER - "Nel momento in cui Marotta è riuscito a convincere Conte, ho pensato che ci saremmo divertiti, non solo sul campo ma anche sul fronte delle provocazioni: è uno che non si accontenta mai e che si lamenta e non trattiene nulla. Sono sicuro che si arrabbierà ancora. Il progetto di Conte è almeno biennale ma lui ottiene sempre il massimo al primo anno e poi esaurisce il ciclo in un biennio: aspetto però a preoccuparmi perchè la squadra sta andando benissimo in campionato e ha ancora una chance in Champions League"

SULLA JUVENTUS - "Quando la Juventus decide di vendere un giocatore così promettente come Kean bisogna farsi qualche domanda: probabilmente avevano visto che il giocatore è forte ma che ha dei limiti caratteriali, anche se ha tutto il tempo per migliorare

SU JUVENTUS-MILAN - "Juventus-Milan della settimana scorsa mi ha fatto pensare a livello di gestione dei cartellini gialli: quelli del Milan c'erano tutti, alla Juventus ne sono stati risparmiati alcuni e questo ha condizionato la partita, anche se non credo alla malafede. Sarri sta insistendo tanto su Bernardeschi, ma da un giocatore come lui si deve pretendere di più soprattutto se viene schierato da trequartista"

SULLA ROMA - "Florenzi non gioca ed è molto strano perchè è un grande jolly. Non credo sia un problema di romanità ma di scelta tecnica: deve parlare con Fonseca, se la situazione è questa fa bene a guardarsi intorno perchè su di lui ci sarà la fila"