Balzarini (Sportmediaset) a RBN: "Campionati, giusto fissare una deadline. Servirà rifare la preparazione atletica"

03.04.2020 17:40 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
Balzarini (Sportmediaset) a RBN: "Campionati, giusto fissare una deadline. Servirà rifare la preparazione atletica"

Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Stile Juventus’, è intervenuto il giornalista di Sportmediaset Gianni Balzarini: “La ripresa dei campionati? In questo momento siamo senza certezze, dipende tutto dall’osservazione dei numeri e dal comportamento delle persone. Nel momento in cui venissero allentate le misure io faccio appello a tutti di attenersi alle misure e di affidarsi a chi ne sa di più. Noi italiani purtroppo siamo fatti così, tendiamo a esagerare sempre. Bisogna attenersi scrupolosamente a chi prende le decisioni. Mio figlio ha capito bene la situazione, certo avendo 9 anni il fatto di non andare a scuola è la cosa migliore che gli potesse capitare… Comunque stanno facendo lezione su Skype, anzi faccio un plauso alle maestre e ai professori che fanno in modo che l’anno scolastico possa procedere anche se non normalmente. Penso che anche quando mi verrà concesso di fare una passeggiata con mio figlio ci penserò due o tre volte prima di farlo”.

Sui campionati: “C’è tanta voglia di ricominciare, dal punto di vista passionale, sportivo, umano e soprattutto economico. È normale che sia così. Sono d’accordo sul fissare una deadline perché andare oltre il 3 agosto creerebbe un effetto a cascata sulla stagione successiva. Anche i calciatori dovranno entrare nell’ottica che quest’anno le vacanze non le faranno ma che forse le stanno già facendo. Bisognerà anche rifare la preparazione atletica, lo stop ormai dura da tanto. E poi se si riprenderà si giocherà ogni tre giorni sempre, quindi sarà indispensabile fare una preparazione perché non ci sarà molto tempo per allenarsi”.

Clicca sul podcast in calce per la trasmissione completa.


Stile Juventus, rubrica sul mondo Juve a cura di Nicola De Bonis. Ospiti: Gianni Balzarini, Mario Adinolfi, Giovanni Albanese, Xavier Jacobelli, Andrea Bosco.