SOTTOBOSCO - La "figata" del secolo di Gravina: si rischia di precipitare nel ridicolo. L'assist di Tavecchio. Juve-Inter e il caso Lotito: gli scenari. Morte Simoni, riecco i soliti noti. Paratici tra Tonali, Haaland e una possibile sorpresa

25.05.2020 00:32 di Andrea Bosco   Vedi letture
SOTTOBOSCO - La "figata" del secolo di Gravina: si rischia di precipitare nel ridicolo. L'assist di Tavecchio. Juve-Inter e il caso Lotito: gli scenari. Morte Simoni, riecco i soliti noti. Paratici tra Tonali, Haaland e una possibile sorpresa

Si tornerà a giocare. Quasi certamente tra l'8 e il 13 di giugno. Dopodichè:  acqua santa,  aglio, amuleti, cornetti, croci, paletti, pallottole d'argento a portata di mano. Covid Dracula non è sconfitto e persino il vento potrebbe (ne gira una al secondo)  favorirne la diffusione. 

Quando si tornerà a giocare brinderemo con bollicine della Vedova. 

Sarà il trionfo di Gabriele Gravina: si è speso e giustamente la stampa lo celebra. E' intelligente Gravina. E' un grande manager. I play off (eventuali) sono la “figata“ del secolo. E' pragmatico Gravina. E' persino affascinante, con quella faccia da noir francese alla Jean Gabin.

 “In fila per tre“ canta Edoardo Bennato. E' bastato che Gravina ipotizzasse che “il format della prossima stagione potrebbe avere delle variazioni“ per far parlare di “riforme“. Qualcuno, preso da entusiasmo, presto parlerà di “rivoluzione“. Raccomandazione: leggere bene le eventuali “grida“. Ne “Il barone rampante” spiega Italo Calvino che “i rivoluzionari sono più formalisti dei conservatori“ .

Sull'onda del “bravo Gabriele, bene, bis“ qualcuno (imbeccato?) si è spinto al seguente scenario, per la serie A: una prima fase con due gironi da 10 squadre. Con partite di sola andata (sede sorteggiata?). E una seconda fase con play off a 10 quadre.  Vi sembra una idea clownistica? Piano con le definizioni.  Ha scritto Andè Suares che: “L'arte del clown va molto al di là di quel che si pensi. Non è né tragica, né comica.  E' lo specchio comico della tragedia. E lo specchio tragico della commedia“ . 

Circo a parte, se queste fossero le idee di Gravina, andrebbero stoppate sul nascere. Il calcio italiano precipiterebbe nel ridicolo. Dubito che le televisioni vorrebbero offrire un campionato guazzabuglio come quello che qualcuno sta ipotizzando. Dubito che i tifosi accetterebbero di vederlo trasformato in una sorta di “Giochi senza frontiere “ .

Campionato di serie A a 16 squadre. Campionato di serie B a 18 . Lega Pro con due gironi di 18 squadre l'uno: totale 36 . Questa sarebbe una riforma seria. Per quanto ne so: abbastanza simile a quella che aveva in mente Carlo Tavecchio. Dovrebbero prendere in esame il suo progetto. Altro che arzigogolare come l'Azzeccagarbugli manzoniano nel tentativo (impossibile) di non scontentare alcuno.

E' morto Gigi Simoni. Ottimo allenatore, persona perbene. Neppure in questa luttuosa circostanza, i soliti noti hanno evitato di rammentare “il rigore di Ronaldo“. Ci sono pulpiti dai quali nessuno dovrebbe azzardare  “lezioni“ . Rammenta la storia che nel giorno in cui gli  fu attribuita la prestigiosa“ Panchina d'Oro“, arrivò a Gigi Simoni anche la lettera di licenziamento: sollevato dall'incarico di allenatore dell'Inter.

E a dimostrazione che Juventus- Inter non finisce mai, dopo le “paranoie” per l'inesistente file della  comunicazione Orsato-Var, ecco che a un mese di distanza dall'intervista, la ronfante Procura Federale ha aperto un fascicolo per l'intervista rilasciata da Claudio Lotito relativa all'ultima Juventus – Inter. 

Vinse la Juve per 2-0 con spettacolare secondo gol di Dybala. L'intervista di Lotito a “La Repubblica“ presentava qualche ambiguità. Il presidente della Lazio disse (testuale) “Vabbè l'avete vista …“ . Infatti: due pere, Inter affondata, una delle migliori Juventus della stagione, Lazio sorpassata in classifica, Sarri in testa al torneo. Ora la cosa grottesca è questa: se la Procura Federale dovesse trovare del “fumus” (non si vede, peraltro, per quale motivo l'Inter, allenata da Antonio Conte avrebbe dovuto offrirsi vittima “comprensiva“ in uno Stadium vuoto) dovrebbe istruire un procedimento a carico delle due società. Se viceversa le dichiarazioni di Lotito dovessero essere ritenute “inopportune“, il presidente della Lazio se la caverà con una “multina“. Come accaduto a Rocco Commisso. Disse allora Gabriele Gravina, anticipando il lavoro della Procura: “ Nessuna squalifica. Non è il “tempo“ .

Il tempo: il “vorace cormorano“ di Shakespeare che non spaventa (e invece dovrebbe) Gravina.

Il tempo. Ve lo dico con il rispetto, cari lettori: non è tempo di “sogni“ di calciomercato. Fabio Paratici è stato chiaro: “Si dovrà lavorare sugli scambi". Non ci sono le basi, almeno nella prossima sessione per ingaggi clamorosi. Non ci sono quattrini. Non li ha la Juve, non li ha - al momento- nessuno. Mi accontenterei che la Juve riuscisse a convincere il Brescia con tre giocatori giovani e una quota cash (spalmabile) per ottenere Sandro Tonali. Ed è già una bella notizia che Paratici stia lavorando (per la stagione successiva) su Haaland e sulla sua clausola. Il resto dipenderà da numerose variabili: il cammino che la Juve avrà in campionato, Coppa Italia, Champions. Nel segno di un mercato creativo, Paratici, in caso di vittoria, potrebbe riservare qualche piacevole sorpresa.  Antenne dritte su Manchester: doppio fronte. Non si sa mai .