SOTTOBOSCO - Juve, il grande problema dei "modesti". L'ennesima intuizione geniale di Allegri. Haaland e gli sms a Paratici e Sarri. Le figurine del Psg. Caro Montemurro: più Barolo e Gattinara, meno champagne

Andrea Bosco ha lavorato al “Guerin Sportivo“, alla “Gazzetta dello Sport“, al “Corriere d'Informazione”, ai Periodici Rizzoli, al “Giornale“, alla Rai e al Corriere della Sera.
09.08.2021 02:00 di Andrea Bosco   vedi letture
SOTTOBOSCO - Juve, il grande problema dei "modesti". L'ennesima intuizione geniale di Allegri. Haaland e gli sms a Paratici e Sarri. Le figurine del Psg. Caro Montemurro: più Barolo e Gattinara, meno champagne
© foto di Andrea Bosco

Il 3-0 subito a Barcellona dice poco. Per un tempo la Juventus resta in partita. Crea occasioni, Neto in versione spiderman (come mai con la maglia della Juventus si era visto)  nega  (ultimo a Chiesa) la gioia del gol. Poi girandola di cambi, squadra anche senza senso e passivo immeritato.  La trasferta catalana un disastro: tra uomini e donne fanno 9 pere a zero in onore di Gamper. Ma meglio beccare dal Barcellona : almeno Allegri avrà capito quali siano i punti deboli di questa squadra. Importante sarebbe lo capisse anche la società. Ma la situazione economica è quella che è. E il mercato offre poco. E quando offre, i prezzi sono assurdi. Quindi non mi aspetto grandi cose. Nondimeno ci sono alcuni  giocatori  modesti. Situazioni mai sanate. Per un principale problema: i “modesti“ hanno ingaggi faraonici che li rendono  invendibili.

In ogni caso, senza la pretesa di dare delle pagelle, la mia opinione è la seguente. Nel primo tempo ottimo Bentancur, buon Cuadrado, buon De  Sciglio, e buon Ramsey. Allegri ha sovente intuizioni geniali: Ramsey  regista potrebbe essere l'ennesima. Ronaldo, un tiro (parato) e poco altro. Morata più di Ronaldo, ma spalle alla porta non tiene un pallone. Non è colpa sua: le sue caratteristiche sono quelle di un centravanti che va servito sulla corsa. La Juve non ha un Mandzukic e non ha mai provveduto a prenderne uno di similare. Kajo Jorge risolverà  il problema? Non so rispondere: confesso che il giovane brasiliano (di cui si parla bene) non lo conosco. Solite carenze di Rugani  che costano il primo gol. Solita incertezza di  Perin (sul secondo gol). Il terzo  una prodezza balistica:  non mi sento di attribuirgli responsabilità. Certo che sulla fascia sinistra la Juve non può restare con Alex Sandro e Pellegrini. Anche se in quella zona del campo ha la possibilità di alternare, eventualmente De Sciglio e Danilo. Vorrei di più da De Ligt: più personalità. Ne vorrei di più da Bernardeschi, impalpabile come esterno, velleitario come interno. Ne vorrei di più da Kulusevski, spaesato alla ricerca di una posizione. Imparino tutti da Chiesa entrato in partita in modalità Europeo. Imparino da Ranocchia che sarebbe sbagliato  dirottare in qualche società di serie B a “fare esperienza“. E' un giovane interessante che potrebbe nel corso della stagione stupire. A meno che in queste settimane che mancano alla chiusura del mercato la Juve non riesca combinare qualche cosa di buono. Dice che sta tornando Pjanic.  Non vedo, viceversa, come possa essere colmata la distanza di 10 milioni per arrivare a Locatelli. Ad altre piste non credo. E non mi pare che Cherubini sia uomo da “conigli“ estratti dal cilindro.

Ma  la Juve finora ha giocato le amichevoli senza l'uomo che può ribaltare le partite: Dybala. Che pare rinnoverà per altri cinque anni con aumento  salariale  Dybala può cambiare molte cose. Per la Juve e per Allegri. Consiglierei i lettori (che ringrazio: 75.000 letture per la mia ultima “Imboscata“ sono tanta roba)  di non farsi distrarre dalle altrui situazioni.

Certo Messi al Psg (con Neymar , Mbappè e Di Maria) è incredibile . Poi però, con quanti palloni giocheranno? Io rammento un Real stellare  che non vinse un tubo: né in Spagna, né in Europa. Era quello di Kaka, eccetera. Neppure l'anno seguente  (primo di Mourinho) vinse. Ci riuscì al terzo tentativo. Non bastano le figurine per vincere.  Come ben sanno in Nba a Brookling. Serve una squadra. E le squadre sono costituite da  alcuni fuoriclasse e tanti bravi operai. Ma devono essere bravi. Perché se sono modesti  i fuoriclasse da soli non bastano. 

So di risultare un disco rotto, ma in Germania alla ripresa delle ostilità, Haaland  in Coppa ne ha messi tre. Sms per Paratici e Sarri: bravi. E' calcio estivo, mi fido di Allegri, ma la domanda è: questa Juve ( questa a pochi giorni dalla chiusura del mercato ) può ambire al titolo? Lasciamo stare la Champions: lì l'obiettivo deve essere quello di scollinare i quarti. La Champions è roba per altri. Anche se non sono così sicuro che gli altri, necessariamente, parleranno in francese .

Visto anche il disastro delle Women  contro le campionesse catalane. Un 6-0 pesantissimo. Dopo alcuni minuti non c'era più partita. Al quarto d'ora le ragazze bianconere erano sotto di 4 gol. E' presto per dare giudizi . Ma il calcio di  Montemurro che ha preso il posto dell'ottima Guarino “profuma“ maledettamente di ...Sarri.

Voragini in difesa. E un portiere sul quale pesano due “oscenità“ da  galleria degli orrori. Abituati ad una sicurezza come Giuliani il risveglio è stato traumatico. In generale:  il nuovo allenatore della Juve donne passa per essere un “santone“ del calcio femminile. E' stato chiamato per la sua esperienza internazionale. Aspettiamo per valutarlo. Ma sappia che alla  Juventus i risultati tennistici  non sono previsti. E che questa è una squadra che certamente a livello continentale ha faticato. Ma anche quando ha perso lo ha fatto con dignità, senza sbracare. Non  si inventi il “santone  qualche idea  “liquida“. Alla Juventus, sul tema , è stato già dato . Non stravolga un impianto collaudato. Cerchi di migliorarlo. Ma non ci stordisca con idee di calcio “champagne“ . A Torino apprezzano  il Barolo e il Gattinara: grandi vini.  Solidi e privi di bollicine.