L'IMBOSCATA - Vlahovic alla Juve, rosicamento alle stelle. Cambiano strategie e prospettive del club. La verità su De Ligt, Kulu, Morata e i rinnovi. Serve metodista, Giulini si tenga Nandez

Andrea Bosco ha lavorato al “Guerin Sportivo“, alla “Gazzetta dello Sport“, al “Corriere d'Informazione”, ai Periodici Rizzoli, al “Giornale“, alla Rai e al Corriere della Sera.
28.01.2022 00:50 di Andrea Bosco   vedi letture
L'IMBOSCATA -  Vlahovic alla Juve, rosicamento alle stelle. Cambiano strategie e prospettive del club. La verità su De Ligt, Kulu, Morata e i rinnovi. Serve metodista, Giulini si tenga Nandez
© foto di Andrea Bosco

Arriva Vlahovic. Ora è in scena il balletto delle cifre: 67, no 70, ma va 75. Sbagliato con le commissioni ai procuratori si arriva ad 85. A Milano, come a Roma, come a Napoli il rosicamento è alle stelle. Vlahovic non è Haaland ma potrebbe diventare una cosa simile. Il suo innesto cambia radicalmente le attese per il futuro prossimo venturo della Juventus. Insomma il quarto posto dovrebbe essere assicurato. Vlahovic è un investimento. Prenderlo a gennaio è stato un gran colpo. A giugno probabilmente si sarebbe scatenata un'asta che difficilmente avrebbe visto la Juve primeggiare. Ora  anche le mire in Champions di Madama, almeno relativamente alla gara con il Villareal, immagino cambieranno. Seguono domande. La prima:  dove ha trovato la Juve i soldi per un tale acquisto?

Pare che la decisione sia arrivata (e non poteva essere diversamente) da  Elkann. Cambiamento epocale. Niente più assi (Ronaldo) collaudati, o presunti campioni (Ramsey, Rabiot, Arthur ecc)  strapagati quanto ad ingaggio.

Seconda domanda: ma visto che Arrivabene aveva detto che (eccetera , eccetera) non sarà mica che la Juventus ha già ceduto De Ligt?

Risposta: no. Per ora i larvati messaggi di Raiola non hanno trovato riscontro. Dalla Premier non sono arrivate offerte (degne). Quanto al Barcellona è in bolletta.

Terza domanda:  basterà  Vlahovic per cambiare le cose?

Risposta: le cambierà. E' un bomber che la butta dentro, carenza della Juve post Ronaldo. Ma certamente  un innesto a centrocampo servirebbe. Magari cedendo giocatori che mai sarebbero dovuti arrivare a Torino: Arthur e Ramsey e non solo per l'infimo rendimento. Messi davanti alla prospettiva di una cessione i  due stanno rifiutando qualsiasi ipotesi. Si parla di Nandez che tuttavia Giulini non vuole cedere. Cosa legittima, il giocatore è del Cagliari. Buon giocatore, niente di più. Quindi: chi se ne frega? Giulini se lo tenga e la Juventus cerchi piuttosto un metodista che liberi Locatelli nel ruolo di mezz'ala. Si parla di un rientro anticipato di Rovella. Ma la cosa giusta sarebbe stata quella di non privarsi di Fagioli. Che gioca (bene) in B con la Cremonese e che Mancini ha convocato per lo stage della Nazionale. Se la Juve potesse mettere le mani su Zakaria, non sarebbe il regista di cui parlavo, ma uno di sostanza. Uno con i colleones. Ma potrà metterle le mani? Vale come quarta domanda.

Quinta domanda:  è vero che la Juve ha offerto Kulusevski al Milan ?

A mio parere, non è vero. E non credo che il Milan sia interessato al giocatore. A meno che: a meno che  con la prospettiva di perdere a zero Kessie a giugno, il Milan per non ritrovarsi con un nuovo caso Donnarumma, non decidesse di avviare lo scambio. In questo caso la Juve avrebbe risolto il problema del metodista che le manca.

Sesta domanda? Ma Dybala, rinnova? E Bernardeschi? E Cuadrado? E De Sciglio ?

Risposta: rinnovano tutti. Ma Dybala potrebbe non rinnovare. Oggi con Vlahovic le gerarchie sono destinate inevitabilmente a cambiare . Dybala  dovrà ridursi l'ingaggio per restare. Io reputo lo farà. Ma Marotta è vigile. Soprattutto Marotta è abilissimo a rompere le uova nel paniere altrui. L'acquisto di Gosens (benché ancora infortunato) è un grande colpo. Che la Juventus non ha potuto fare. Ma che avrebbe dovuto fare nel giugno scorso.

Chi gioca con accanto a Vlahovic?  Settima domanda

Risposta: Dybala e Cuadrado. Visto che Chiesa tornerà- se va bene -. al massimo per il mondiale. Se l'Italia (scongiuri) si qualificherà.

E Morata? Ottava domanda. Resterà fino a giugno. Poi non credo che la Juve lo riscatterà. Potrebbe uscire in questi giorni (ma il tempo stringe) ad un sola condizione: che il Barcellona girasse in prestito  (non so con quale  formula) De  Jong che con i blaugrana  trova poco spazio. Allora  tutte le cose scritte sul centrocampista che manca sarebbero da cancellare : De Jong sarebbe la soluzione perfetta. Anche per la ricostituzione dell'asse pensante De Ligt – De Jong  che così bene funzionava nell'Ajax.

Nona domanda? Quando sarà ufficializzato  Vlahovic?  Immagino, domani tardo pomeriggio: poco prima della chiusura della Borsa o addirittura a Borsa chiusa .

Decima domanda:  che razza di operazione è in definitiva quella di Vlahovic?

Risposta: una operazione da vecchia Juve. E un messaggio ai naviganti : pezzenti a chi? Senza liquidità a chi? Già: un po' tutti ci siamo dimenticati che alle spalle della Juventus c'è una multinazionale (una delle prime dieci al mondo), con un azionista di maggioranza, che se mai dovesse girargli la mosca al naso, sarebbe in grado di trasformare il Real o  il Barca. In due in bocciofile, come dice il mio amico Paolo.