L'IMBOSCATA - Patto anti-Superlega funziona, Real, Barça e Juventus nuovi pezzenti. E' la fotocopia della Vecchia Signora. Da Marotta-Paratici a Cherubini: il mercato è una galleria degli o(e)rrori...

06.08.2021 00:05 di Andrea Bosco   vedi letture
L'IMBOSCATA  - Patto anti-Superlega funziona, Real, Barça e Juventus nuovi pezzenti. E' la fotocopia della Vecchia Signora. Da Marotta-Paratici a Cherubini: il mercato è una galleria degli o(e)rrori...
© foto di Andrea Bosco

Mentre sul web impazza a tutte l'ore la “sesta“  della “esplosiva cinquantenne Sabrina Salerno, il mondo del calcio segnala che il patto “criminogeno“ tra il Papa Ceferin e le società che si dissociarono dalla Superlega, sta funzionando. Fair play finanziario? Ma dove , ma quando, ma con chi? Ma  non fatemi ridere. Non troverete commenti delle mosche cocchiere sul tema: quanto hanno già speso Chelsea, Manchester United, Psg? Cosa avevano incassato nella precedente stagione? I nuovi pezzenti si chiamano Real Madrid, Barcellona e Juventus. Non potendole cacciare dalla Champions, messo alle strette dal tribunale di Madrid, il livoroso Pontifex  sta adottando un'altra strategia : concedere tutto a chi ha “abiurato“. Rendendo impossibile il mercato e quindi la competizione.  Gravina? Chi era costui? I Gattopardi  si muovono nell'ombra. Fanno macchina avanti (poco) e macchina indietro (tanto). E galleggiano . Riforme: ma mi “facci“ ( copyright ragionier Fantozzi)  il piacere .

Cambiamo disco: qualcuno deve aver sostituito la “vera“ Juventus con una fotocopia.

Riavvolgiamo il film degli ultimi anni. Lasciamo stare Marotta: gestione Paratici, poi Cherubini .

Dunque: via Spinazzola, nel giro di plusvalenze con la Roma e arriva il modesto (eufemismo)  Pellegrini. Scambio Danilo – Cancelo:  la Juve non ci perde economicamente  (anzi) ma tecnicamente non è che ci guadagni.  Danilo ci mette assai per decollare. Lo fa con Pirlo. Ora il Bayern ha offerto 40 milioni e la Juve ci starebbe pensando. Pjaca è un peso ma non è colpa di nessuno se il ragazzo colleziona  più infortuni che capelli in testa. Ora è al Torino (prestito gratuito?) come quel Mandragora che la Juve comprò dal Pescara, che la maglia della Juve non ha mai vista , mandato in prestito, ceduto e ricomprato, poi rivenduto. Ma che non è inferiore ad un Ramsey o un Rabiot. Soprattutto non lo è (inferiore) ad Arthur, mister “ occo la palla sei volte e poi la affido ad un compagno che sta a mezzo metro“  signore della plusvalenza, oggi infortunato.  E' colpa della Juventus (c'era ancora Marotta) il rinnovo di Khedira, rotto, ultimo anno celebrato in infermeria  dopo essere stato eccellenza in campo. Rugani, De Sciglio, lo stesso Bernardeschi fanno parte di quei giocatori sui quali era giusto puntare e che non hanno (per svariati motivi) reso secondo le aspettative. Si spera che Allegri possa rivitalizzarli. Unica vera eccellenza (Ronaldo a parte) Chiesa:  grande sorpresa.

Morata ha fatto benino, diciamo bene: non benissimo.  Frabotta è un giovane, finito al Verona ( per quanto? Boh)  in prestito con diritto di riscatto. La Juve l'obbligo non lo ottiene, del resto, mai. E se compra un giocatore (Rovella) minimo lo lascia al venditore per due stagioni. A maturare, ti spiegano.

Veniamo alla galleria dell'orrore. Se non è orrore spieghi Cherubini (visto che Paratici ormai è il passato ) di che cosa si tratta. Dunque la Juve compra dal Genoa , Romero. Lo lascia in Liguria (ovviamente)  due stagioni , versando  26 milioni. Alla Juve non arriva mai. Paratici lo cede infatti all'Atalanta con  formula surreale.  Prestito biennale, per un totale  di 20 milioni. Minusvalenza: perché?  Paratici è pazzo? Non risulta. Magari non conosce lo status dei giocatori (Suarez, ehm ehm) ma matto, no.  Sta di fatto che oggi ds del Tottenham, Paratici, scucirà all' Atalanta per Romero 50 milioni + 5 di bonus. E la Juve? Neppure un diritto di recompra, neppure una quota sulla percentuale di vendita si è assicurata. Vero Paratici?

Nel frattempo Cherubini che ha preso il posto di Paratici  ha ceduto  Demiral  (all'Atalanta) in prestito biennale (non si capisce se per 2 o 5 milioni più altri 25) con eventuale diritto di riscatto.  Se Demiral dovesse farsi male (scongiuri) sarebbero cavoli della Juve. Diritto, infatti: non obbligo. Quindi l'Atalanta che ne incassa 50 più 5 di bonus per Romero, non ne  ha  27 (o giù di lì) per comprare Demiral.  O meglio: li ha. Ma non li spende. Tra l'altro, per il primo anno la Juve contribuirebbe (pare) anche per un una  quota parte di stipendio. Caviale, champagne, escort in camera, no ? Questa mi sembra simile al contratto di Sarri, con quel bonus da 2,5 milioni.

Ora:  o  a Torino si sono fumati un pakistano, oppure qualche cosa non torna. Del resto, neppure prima tornava. Come ad esempio Mattia Caldara, venduto dagli orobici alla Juve, che fa una gara in amichevole e poi rientra in quel gioco delle tre tavolette che portò Caldara e Higuain al Milan e fece tornare Bonucci alla Juve. Poi Higuain si adombrò, la Juve concesse al Milan di darlo al Chelsea (il Milan se la Juve si fosse opposta, come era suo diritto, sarebbe stato costretto a spendere un Perù a vuoto)  con condizioni capestro  (macchinista del treno londinese di allora  Maurizio Sarri), tornato a Torino come un ex giocatore, fuggito nella notte del covid in Argentina, regalato con tanto di minusvalenza a non rammento più quale società statunitense.  Mi astengo per Douglas Costa (c'era ancora Marotta) scambiato per Coman e che ancora (tornato in Brasile) pesa  sul bilancio della Juve. E non tornerebbero, i conti, neppure per Kulusevski (sempre  di Atalanta si tratta): 45 milioni per una promessa, lasciando al suo destino (per 35 , più una decina di commissione a Raiola) un'altra promessa: tale Haaland. Questa è indigeribile. Anche per le “palle“ mostruose che sulla vicenda sono state raccontate ed accreditate.

Perché con “lui“ (inteso come Sarri) Haaland  “avrebbe fatto la quarta punta“. L'uomo se ne intende: vedi Emre Can. Venduto perché al Tuta non piaceva. Quindi ci si chiede: alla Juve sono diventati babbei, oppure con l'Atalanta ci sono trattative (Gosens, Pessina?) che non conosciamo? Pare non ci siano. Ergo: e quel che ne segue.  Pessimi i pensieri che ti girano nella testa: pessimi .

Il resto della situazione che si sta muovendo attorno alla Juve non contribuisce a rasserenare. Ronaldo resta ma …..

Locatelli piace, ma la distanza tra offerta e domanda è di oltre 10 milioni: incolmabile.  Forse torna Pjanic: e non è una piece messa in piedi da quelli di “Scherzi a parte“. Dice che per sostituire Demiral stanno sfogliando la margherita tra Milenkovic e Pezzella. Anzi no: si tengono Rugani e Dragusin (aiuto !!!). Ma: c'è sempre un ma con la Juve di mezzo. Il Chelsea (sempre lui) avrebbe offerto Werner (che non segna neppure se lo minacci con un machete) e 60 milioni  (tanta roba) per de Ligt. Dice che Ramsey interesserebbe al Milan. E udite, udite, pur di andarci Ramsey sarebbe anche disposto a ridursi lo stipendio. Il Milan è speciale: anche per Tonali ha ottenuto un congruo sconto da Cellino. E ho detto Cellino.

Nel frattempo il rinnovo di Dybala è in stand by, ma Dybala (che Allegri ama) non gioca dalla scorsa stagione. Ha un  “risentimento“ ( quando giocavo io erano una rarità, ora “risentono“ anche nel riscaldamento) e non ha fatto una sola amichevole. Rabiot le ha fatte  (malino) e si è incartato muscolarmente per almeno tre settimane. Idem il texano. Quanto al “pizzardone“ come noto è, finito sotto ai ferri e  ne avrà fino a marzo. Qualcuno ha detto: meglio così.

Ma a me gli occhi: visto che da Lukaku (a proposito di Chelsea) l'Inter otterrà un forziere di 130 milioni, si  sarebbe ancora prima di aver concluso l'operazione “informata“ su Dybala. Così scrivono. La Juve magari lo darà  in prestito biennale, con diritto di riscatto a una ventina milioni e pagando metà dello stipendio. Avete l'impressione che vi stia perculando? Perché:  vi sembrerebbe una cosa tanto impossibile?

Quindi: per ora solo Kaio Jorge, attaccante brasiliano di cui si parla bene. Ma bisognerà vederlo all'opera. Ha rinnovato Chiellini ( ottima notizia ) e si spera che Allegri continui a far vedere Ranocchia, Fagioli, Soulè e gli altri baby. Ma non contateci: Fagioli andrà in serie B a fare esperienza. E Ranocchia resterà (almeno fino alla prima giornata, scrivono). Ora: o chi scrive provoca, oppure alla Juve davvero sono da  rinchiudere. Ma come fino alla prima giornata? Per far giocare chi? Quelli che guadagnano 8 milioni l'anno e da due stagioni falliscono?  Ma forse la Juve parteciperà all'asta per Vignato del  Chievo (con Milan e Inter : davvero Inter?)  che la Federazione ha spedito all'Isola del Diavolo per inadempienze fiscali. Il Chievo - Papillon  del resto non è un “amichetto“ del  Sinedrio  .   

E' una  Juve da mandare sul lettino dello specialista. Se molli uno come Gravenberch hai qualche problema.

Fine delle considerazioni. Se vi è venuto languore  e volete consolarvi leggete il mio amico Roberto Perrone, giornalista sportivo, scrittore (eccellente) di gialli, squisito eno-gastronomo. Una pagina del “Giornale“ dedicata alle prelibatezze piacentine. C'è anche il ristorante  dove amava andare Gioanbrerafucarlo per “la faraona alla cenere“ . Datemi retta: imperdibile.