Prima chiamata In Primavera per il 2003 Valentino Salducco: ruolo e percorso di crescita

25.10.2019 22:00 di Simone Dinoi Twitter:    Vedi letture
Prima chiamata In Primavera per il 2003 Valentino Salducco: ruolo e percorso di crescita

Le tante assenze hanno obbligato l'allenatore della Juventus Primavera Lamberto Zauli a pescare dall'Under 17 allenata da Francesco Pedone per comporre la rosa a disposizione per la partita contro il Sassuolo: uno di questi è Valentino Salducco, centrocampista classe 2003 tra i più promettenti dell'intera academy juventina e già caduto sotto lo sguardo di Maurizio Sarri.

BIANCONERO E CAPITANO - Il giovane nato a Biella veste la maglia della Juve dal 2012 quando a 9 anni, nel giorno del compleanno, svolge il primo allenamento con i colori bianconeri addosso. Da lì tutta la trafila del settore giovanile quasi sempre con la fascia da capitano al braccio a simboleggiarne la personalità e la capacità di guidare la squadra. 

CARATTERISTICHE E RUOLO - Salducco, piede mancino, nasce mezzala ma, complici le capacità palla al piede e alcune esigenze di squadra, negli ultimi anni si sta specializzando da playmaker davanti alla difesa. Veloce di pensiero e tecnico con il pallone tra i piedi: attenzione ai suoi calci piazzati, specialità della casa. Col Sassuolo la prima in Primavera per un futuro che si prospetta roseo.