TJ - DOUGLAS COSTA: "Sarri sta cambiando il volto della Juve, mi trovo bene nel suo gioco"

12.08.2019 07:00 di Edoardo Siddi Twitter:    Vedi letture
Fonte: inviato a Stoccolma
© foto di Federico Gaetano
TJ - DOUGLAS COSTA: "Sarri sta cambiando il volto della Juve, mi trovo bene nel suo gioco"

Douglas Costa è stato il migliore dei bianconeri in Atletico Madrid-Juve e a margine della gara, in zona mista, ai microfoni di Tuttojuve.com ha fatto il punto sul suo momento, con lo sguardo rivolto al futuro: "Anche se non mi piace pensare che devo dimostrare qualcosa, quest'anno ho molta voglia di mostrare il mio valore perché l'anno scorso non ci sono riuscito a causa degli infortuni. Credo che quest'anno sarà diverso: mi sono preso molta cura di me, soprattutto fuori dal campo facendo molte sessioni di  fisioterapia, così da poter essere al 100%".

Maurizio Sarri ha anche promosso il suo inserimento all'interno del suo calcio, che piace a Douglas: "Sono un giocatore abbastanza offensivo e il modo in cui gioca Sarri è offensivo dunque penso che sia una motivazione in più per gli attaccanti. Lui è un allenatore intenso, vuole che giochiamo più avanti, mentre noi eravamo abituati con Allegri che chiedeva di giocare un po' più indietro. Penso che Sarri abbia cambiato abbastanza il volto della Juve e noi stiamo cercando di applicarci, rispettando tutto quello che ci chiede. D'altronde io all'inizio sono stato con Guardiola che era offensivo, poi Allegri che è un po' più difensivo, e ora lui. Si tratta di ricapitolare e ricordare quello che abbiamo fatto con Allegri che ci sta aiutando con Sarri"

Parlare di Guardiola è un invito a nozze per un paragone spesso accennato: Sarri somiglia a Pep? "Sono simili per la pressione offensiva e per come vogliono la linea difensiva, che rimane alta. Ognuno poi ovviamente ha il proprio modo. A entrambi piace il possesso palla un po' più rapido, ma Sarri si concentra di più sulla fase difensiva. Insomma, sono diversi, ma con proposte di calcio che si somigliano".

Non solo campo, perché in casa bianconera tiene banco anche il mercato. Soprattutto quello in uscita. Chi parte? Quali sono gli esuberi? Deve ancora arrivare il partner ideale di Ronaldo? "Io ho un bel rapporto con Ronaldo, voglio giocare vicino a lui e far sì che possa fare ancora più gol. Lui come tutti gli altri attaccanti: noi tendiamo ad aiutarci a vicenda, perché è così che la Juve ottiene i suoi risultati. Mercato? Penso che qui siano tutti grandi giocatori e se non giocheranno nella Juve potranno giocare in qualsiasi altra squadra. Fabio e Pavel decidono chi rimane e chi no, e, anche se rimarranno tutti, faranno il bene della Juve. Noi tra di noi siamo tutti amici e facciamo del nostro meglio quando giochiamo".

Sugli obiettivi, invece, nulla di nuovo da aggiungere: "La Juve è un grande club che punta a vincere qualunque competizione cui prende parte"