SARRI, BICCHIERE PIENO A METÀ CON UN NUMERO IN TESTA

12.07.2020 10:49 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
SARRI, BICCHIERE PIENO A METÀ CON UN NUMERO IN TESTA

Per Maurizio Sarri una sfida difficile con l’Atalanta vissuta nel rischio concreto della sconfitta evitata a pochi minuti dal termine. Poteva andare peggio e c'è la sensazione del pericolo scampato. Lo stesso allenatore è consapevole che l'avversario ha fatto vedere qualcosa di più: Sono venuti due gol su due situazioni che da due giorni stiamo studiando per cui sono pericolosi. Sulla prima palla che ha perso Dybala poteva esserci fallo però queste sono le situazioni in cui l’Atalanta fa male. Anche il secondo gol è stata un’altra palla persa. Nel primo tempo siamo stati un po’ troppo bassi, nel secondo tempo no. Abbiamo preso gol forse in uno dei nostri momenti migliori. La difesa bassa non è un problema della linea difensiva perché è l’ultima linea e si adegua all’atteggiamento della squadra”.

Le idee di Sarri per vincere il titolo sono molto chiare: "Dobbiamo fare 11 punti. Tutto il resto sono discorsi e probabilità che a noi non interessano. Dobbiamo fare 11 punti nelle prossime 6 partite”. Le avversarie sono Sassuolo, Lazio, Udinese, Cagliari, Sampdoria e Roma, tre gare in casa e due fuori. La tabella direbbe tre vittorie in casa e due pareggi fuori, ma vincere a Sassuolo, uscendo da questa mezza crisi di un punto in due partite, sarebbe la cosa migliore. 

MOMENTO DIFFICILE - il momento non è semplice ed a Sassuolo mercoledì ci sarà un'altra partita ad alto coefficiente di difficoltà con i bianconeri che giocheranno contro una squadra che ha messo in serissima difficoltà la Lazio e che sta bene e corre molto. Anche in questo caso Sarri confessa che non è semplice: "È un momento difficile per noi come per tutti. A parte l’Atalanta nessuno trova grandissima continuità. È normale, ti tocca giocare a luglio con condizioni non semplici dove sprechi energie importanti. Giocare ogni 3 giorni crea complicazioni a tutti. Questa è una situazione che vale un po’ per tutti, dobbiamo adeguarci a una situazione nuova. Fare punti in questo momento non è semplice. Stasera nel primo tempo la squadra sembrava poco brillante poi nella ripresa ha avuto buoni spunti. Stiamo anche assistendo ad un campionato italiano con molti più gol”.

Insomma, bicchiere mezzo pieno a causa dei tre punti portati a casa, ma sulla prestazione, anche per i meriti dell'Atalanta ci sarebbe da ridire.

Prendiamoci questo punto e cerchiamo di farne 11 su 16 per portare a casa uno scudetto difficile e che comunque vada sarà ricordato come unomdei più incerti degli ultimi anni.

Clicca qui, segui Massimo Pavan su twitter per interagire con Massimo sulle ultime di mercato e sulla Juve