Ronaldo sì che sa come tenere viva una squadra

11.02.2019 06:30 di Giulia Borletto  articolo letto 11212 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Ronaldo sì che sa come tenere viva una squadra

E' un +11 che sa davvero di fuga quello che da ieri regna in casa Juventus. Contro il Sassuolo c'era bisogno di riscattare non solo il pareggio col Parma ma anche l'uscita dalla Coppa Italia di due settimane fa. Contro il Sassuolo i bianconeri dovevano dimostrare alle malelingue e ai tifosi che non credono in fondo nel loro attuale dominio, che il lavoro quotidiano è fatto come si deve e non ci sono allarmismi che tengano. Si può incappare insomma in una giornata storta, si può sbagliare ogni tanto qualcosa, si possono perdere dei punti per strada, non si può pensare di giocare a senso unico sempre, che gli avversari non ci siano e non provino con tutte le armi a battere la prima della classe. Lo 0-3 sulla squadra di De Zerbi non era cosi scontato, soprattutto perchè i primi 20' sono stati clamorosamente presi sotto gamba, perchè il rischio di rivedere la gara con l'Atalanta c'è stato al Mapei Stadium. Khedira, Ronaldo ed Emre Can, sono i marcatori che portano la Juventus a 63 punti: 20 vittorie, 3 pareggi e 0 sconfitte, 49 gol segnati, uno in meno della Dea scatenata e in piena guerra per un posto in Champions. Già, la Champions. Quanto visto ieri sera è anche un chiaro messaggio alla Spagna, perchè si scrive Sassuolo ma si legge Atletico, che nel weekend 3 gol non li ha fatti bensì subiti. E Dybala? Perchè ha giocato solo 10'? Allora è vero che è triste e vuole andare via? La risposta la regala come sempre Allegri.“Con Ronaldo ci vuole uno che occupi più l’area e che dia più fisicità, Dybala non può farlo. Poi si può giocare anche con Dybala e Ronaldo ma è normale che perdi delle situazioni. Ronaldo ha giocato per 10 anni con Benzema e non è che a Madrid sono matti. Dybala ha bisogno di Mandzukic, Ronaldo ha bisogno di Mandzukic”. La Juventus ha bisogno di Dybala? Sì, lo stesso Ronaldo mimando la Mask subito dopo il gol mette in chiaro la cosa. Anche così si costruisce e mantiene una grande squadra.