RIVEDERE I 9 ANNI DI SCUDETTO, MANCA UNA COSA...

01.08.2020 00:05 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
RIVEDERE I 9 ANNI DI SCUDETTO, MANCA UNA COSA...

Rivedere i nove anni di scudetto Juve fa sempre piacere, è un modo di ricordare da dove si era partiti, dalla prima sfida allo Stadium con il Parma, con una Juventus dal centrocampo fantastico con Vidal, Pirlo e Marchisio, ma anche con una difesa di valore con Bonucci, Chiellini, Barzagli, Lichtsteiner. Dalla forza della difesa, si è passati all'attacco con Tevez, poi Dybala, Mandzukic, Higuain ed infine Cristiano Ronaldo.

In ogni stagione i bianconeri hanno avuto delle caratteristiche predominanti, ma con un unico fattor denominatore, la fame, la voglia di vincere, l'intraprendenza. 

La Juventus in questa stagione non ha fatto male, se così non fosse non avrebbe vinto il campionato, ma tuttavia c'è qualcosa che non soddisfa in pieno il popolo Juventino, vale a dire il poco carattere.

LE RIMONTE - prerogativa della Juventus del passato è sempre stata il carattere e la fame, se non ci fosse stata con Conte la Juventus non avrebbe pareggiato a Napoli da 3 a 0 a 3-3. Con Allegri questa caratteristica si è ripetuta, con due partite simbolo, la rimonta con l'Atletico di Madrid in Champions e la vittoria di San Siro di due anni fa, quando la squadra era sotto di un gol a pochi minuti dal termine con lo scudetto in bilico. Queste sono le partite che fanno innamorare i tifosi, queste sono quelle che vengono ricordate. Quest'anno in troppe occasioni, la Juventus ha segnato e poi si è seduta. E' successo ovunque, in Champions, a Madrid ma anche in campionato, all'andata con la Lazio, con il Milan, con il Sassuolo, ultimamente con l'Udinese, dimosrrrando una superiortà teorica e non pratica.

LA FAME - per la sfida con il Lione serve rivedere la fame, quella bella che ti spinge a fare le imprese. Fame che deve partire dall'allenatore che vediamo troppo calmo spesso in panchina, fame che deve portare i calciatori ad essere più aggressivi e cattivi.

Solo con quella si può superare il Lione e puntare alla Final Eight, quarti che sono l'obiettivo minimo di Champions.