PIRLO CHIEDE DI PIÙ MA DIFENDE I SUOI

25.11.2020 10:26 di Massimo Pavan Twitter:    Vedi letture
PIRLO CHIEDE DI PIÙ MA DIFENDE I SUOI
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Andrea Pirlo può essere soddisfatto del risultato, meno della prestazione che sicuramente è stata al di sotto delle aspettative. Una gara giocata bene solo a tratti e vinta grazie ad un colpo di coda finale: “Non bisogna sempre giocare bene per vincere ma di solito se giochi bene vinci. Abbiamo avuto qualche difficoltà, soprattutto nell’approccio e avevo chiesto qualcosa di diverso. I ragazzi sono stati bravi a reagire e a cercare la vittoria fino alla fine. È mancata la velocità della palla, giocavamo centralmente quando bisognava allargare sulle fasce. Eravamo troppo lenti e loro potevano rimettersi sempre in posizione. L'obiettivo era quello di entrare con un altro atteggiamento, lo avevamo detto prima della partita, negli spogliatoi prima di entrare, però si sa che quando si giocano queste partite che apparentemente sembrano semplici, poi vai incontro a delle difficoltà e così è stato stasera. Siamo entrati un po' troppo superficiali e poi devi una partita a rincorrere".

La squadra è andata un pò troppo lentamente per creare problemi ad una difesa chiusa che ha pensato soprattutto a difendersi ed a ripartire.

Pirlo ha elogiato comunque la partita dei suoi, anche Dybala che è stato oggetto di critiche: "Non ha fatto benissimo, ma è in crescita, perché viene da un periodo di inattività. Ha preso antibiotici per settimane ed è normale gli occorra un po' più di tempo. Ma deve andare oltre la sua soglia per recuperare. Dybala ha fatto una buona partita, viene da un periodo di infezioni. Manca ancora un po’ di forza nella gambe. Ha bisogno di lavorare per arrivare a una condizione migliore, però questa si ottiene lavorando sodo e cercando di andare oltre al soglia durante allenamenti e partite. 

L'allenatore Bresciano difende i suoi, compreso Arthur, autore di una prova non proprio convincente: "Oggi si è intestardito un po' a portare di più la palla rispetto ad altre partite, a cercare sempre la soluzione diretta internamente, quando invece c'era da aprire il campo e allargare le loro maglie. Però è un giocatore che sta crescendo soprattutto anche a livello fisico. E stasera anche sotto quell'aspetto non ha demerito. Però sicuramente bisognerà aprire di più il gioco per dare la possibilità ai nostri giocatori di fare l'uno contro uno. Se . Se arrivava la palla troppo lentamente, poi loro si sistemavano e non avevamo più questa possibilità. Bentancur e Arthur hanno fatto una partita solida, sono rimasti un po’ intasati nella zona centrale cercando di verticalizzare troppo senza magari allargare. Nella sostanza hanno fatto una buona partita soprattutto in fase di riaggressione. Sono contento per questo”.

Insomma, soddisfazione per aver superato il turno, portando i bianconeri agli ottavi, settima volta consecutiva, ma anche la consapevolezza che con prestazioni come quella di ieri non si va molto lontano.