MAROTTA A SKY: "LA FAMIGLIA AGNELLI E' SEMPRE VICINA ALLA SQUADRA E AI SUOI TIFOSI, L'OBIETTIVO RESTA LA CHAMPIONS. NUOVI ACQUISTI? POSSIBILE"

Parla il direttore generale della Juventus dopo la sconfitta a Napoli.
09.01.2011 23:40 di Alessandro Vignati   Vedi letture
© foto di Francesco De Cicco/TuttoLegaPro.com
MAROTTA A SKY: "LA FAMIGLIA AGNELLI E' SEMPRE VICINA ALLA SQUADRA E AI SUOI TIFOSI, L'OBIETTIVO RESTA LA CHAMPIONS. NUOVI ACQUISTI? POSSIBILE"

Intercettato dai microfoni di Sky Calcio Show Giuseppe Marotta, direttore generale della Juventus, analizza il difficile momento della squadra reduce da due sconfitte consecutive e da una classifica che precipita. Un momento delicato che mette sul banco degli imputati la proprietà accusata di scarso attaccamento e voglia di spendere per la squadra, ma Marotta ridimensiona il fatto rassicurando, per quanto serva, i tifosi: "Lo scenario rispetto al recente passato è molto cambiato, il gioco del calcio in Italia si è visibilmente livellato basti vedere i risultati di oggi non è più il tempo in cui oltre a Juve, Milan e Inter c'era il vuoto. La famiglia Agnelli sa benissimo che la squadra ha milioni di tifosi trepidanti che vogliono tornare a vincere ma ci sono difficoltà che derivano dalle vicende giudiziarie tutt'ora in ballo e anche da errori tecnici recenti. Abbiamo rinnovato, non si vince solo spendendo a destra e manca soldi, ci sono anche progetti vincenti e vogliamo seguire questi modelli. Il giocatore più rappresentativo nostro è Krasic che è anche il più pagato ma ci sono altri che sono stati pagati a poco e stanno rendendo bene. Noi stiamo cercando occasioni per migliorare la squadra, oggi abbiamo perso contro una squadra che ha cominciato di recente un'ottima costruzione". Sugli obiettivi principali della stagione, ovvero l'ingresso in Champions League, Marotta resta ottimista: "E' chiaro che l'obiettivo principale è entrare in Champions, siamo in piena corsa nonostante la chiara involuzione e le due sconfitte recenti. C'è tutto il girone di ritorno ma sono sia ottimista che realista e vedo il lavoro di Delneri e l'entusiasmo del presidente Agnelli, io sono convinto che possiamo farcela". Si passa poi alla situazione contrattuale di Del Piero, una possibile spina nel momento drammatico della Juventus: "Penso che Del Piero è un giocatore importantissimo che merita il massimo rispetto, non credo che la sua situazione contrattuale condizioni la squadra, ce ne sono altre che stanno vivendo situazioni analoghe. Questo è un momento difficile, la classifica rimane confortante anche se c'è stato un momento in cui potevamo inserirci per la lotta scudetto, l'obiettivo principale è entrare in Champions League". Chiusura sul mercato con apertura a nuovi arrivi, ma la precedenza va agli infortunati: "Prima vogliamo recuperare i nostri giocatori ma non escludo nuovi innesti, vedremo".