LIVE TJ - CHIESA: "Ringrazio la Juventus per lo sforzo economico che ha fatto. Fiorentina? Mi sono sempre comportato bene, non voglio fare polemica"

30.10.2020 15:05 di Camillo Demichelis Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
LIVE TJ - CHIESA: "Ringrazio la Juventus per lo sforzo economico che ha fatto. Fiorentina? Mi sono sempre comportato bene, non voglio fare polemica"

Federico Chiesa ha parlato in conferenza stampa e TuttoJuve.com ha seguito l'evento in diretta:

Parla Chiesa: "Buongiorno a tutti, avrei voluto fare questa conferenza venti giorni fa quando si è concretizzato il mio passaggio dalla Fiorentina alla Juventus ma poi causa bolla e partite ravvicinate non è stato possibile farla. Ci tengo a ringraziare pubblicamente la Fiorentina e la città di Firenze per questi 14 anni tra settore giovanile e prima squadra dove mi hanno fatto crescere come uomo. Ringrazio Della Valle e Commisso e infine i tifosi della Fiorentina che mi hanno supportato nel bene e nel male. Grazie veramente". 

Quando sei venuto a sapere dell'interesse della Juve e cosa hai provato quando lo hai saputo?

"Quando ho saputo della Juventus erano proprio gli ultimi giorni di mercato e ringrazio la Juventus per avermi cercato e la ringrazio per lo sforzo che ha fatto per prendermi dalla Fiorentina sono davvero contento di scendere in campo con questa maglia e di giocare per questa società così prestigiosa". 

Hai qualcosa da dire sulle minacce a tuo fratello?

"Assolutamente non voglio fare nessuna polemica, riguardo le offese ricevute via social da mio fratello sono fatte da persone che usano i social solo per offendere e che non c'entrano niente con il calcio. Non penso c'entrino qualcosa con la Fiorentina e con il mio trasferimento qui e non voglio fare nessuna polemica. Ora guardo avanti, guardo al futuro e guardo alla Juventus".

Hai terminato che la trattativa con la Juventus saltasse visto che è andata in porto nell'ultimo giorno di mercato?

"Come ho detto prima si è trattato proprio degli ultimi giorni di mercato e devo ringraziare la Juventus che ha fatto un lavoro fantastico e negli ultimi giorni di mercato si è chiusa la trattativa. Adesso voglio solo pensare al campo e ai prossimi impegni che sono davvero fondamentali per il campionato e anche in coppa".

La Juventus ha fatto un grande sforzo per te è uno stimolo o ti mette pressione? 

"Sicuramente c'è un po' di responsabilità però quando scendo in campo penso solo ad aiutare i miei compagni e di essere a disposizione del mister. E soprattutto da quando sono qua per me è tutto nuovo, anche gli allenamenti. Quello di chiede il mister in campo per me è nuovo e devo imparare. Però io sono veramente contento e felice di essere qua".

Commisso ci è rimasto un po' che non ti ha sentito quando sei andato via, lo hai sentito in questi giorni?

"No come ho detto prima in riferimento alla parole del Presidente e di Pradè, io mi sono sempre comportato bene nei confronti della Fiorentina e non voglio fare nessuna polemica. Il discorso lo chiudo io qui".

Cosa ti viene chiesto di nuovo? 

"Ovviamente il mister ci chiede una precisa posizione in campo. La Juventus, adesso, è una squadra in costruzione ma noi scendiamo in campo per vincere ogni partita in ogni competizione. Quello che c'è di nuovo venendo dalla Fiorentina, il mister ci schiera in modo diverso in campo e dove mi chiede di giocare, io gioco". 

Ti abbiamo visto giocare su una fascia diversa come ti trovi? E se sei curioso di allenarti con Ronaldo visto che non lo hai ancora fatto...

"Posso giocare sia a destra che a sinistra dipende dove mi vuole fare giocare il mister. Poi per quanto riguarda Ronaldo non ho avuto il piacere ancora di salutarlo e di allenarmi con lui, ma sarà una gioia vederlo appena torna dalla sua quarantena".

Pirlo ha detto che la differenza con il Barcellona è che il Barcellona cresce i giovani nella canterà, sei d'accordo con lui?

"Sono d'accordo con il Mister. Io sono l'ultimo arrivato e mi sto allenando da poco con i miei nuovi compagni, con questa mentalità e con questa nuova disposizione in campo. Però io penso che con il tempo e il lavoro duro in campo riusciremo ad ottenere grandi risultati perché noi seguiamo tutti l'allenatore".

Buffon, Bonucci e Chiellini ti hanno dato dei consigli? In futuro pensi di ripercorrere le loro orme?

"I nomi che hai citato hanno lasciato un'impronta nel calcio italiano e mondiale. Quindi i consigli non sono solo a voce ma basta vederli nello spogliatoio e vedere i loro atteggiamenti e questo ti insegna qualcosa. Spero veramente di lasciare anche il un'impronta nel futuro ma la stra è ancora lunga e c'è tanto da migliorare".

Che sensazioni hai avuto dopo la tua prima partita in Champions League?

"Essendo per me la prima volta le sensazioni sono fantastiche. Giocare in Champions e soprattutto per la Juventus è stata una sensazione unica. Abbiamo fatto una grandissima partita a Kiev, un po' meno contro il Barcellona ma con il lavoro e gli allenamenti sicuramente arriveranno i risultati che meritiamo".

Come state vivendo questo momento di risultati altalenanti, c'è pressione?

"Capisco che siamo alla Juventus, e anche se sono qui da pochi giorni, la mentalità è quella di vincere tutte le partite. Siamo una squadra in costruzione e volgiamo fare punti e vittorie. Nello spogliatoio siamo tutti uniti e vogliamo giocarci al meglio la partita contro lo Spezia che sarà fondamentale".

Cosa ti ha detto la tua famiglia, e cosa ti ha detto tuo padre?

"Mio padre e mia madre sono a Firenze la casa di famiglia è lì. Per adesso non sono venuti ancora su causa Covid però sicuramente nelle prossime settimane verranno a trovarmi, spero, però non mi hanno dato consigli. Mio padre mi ha solo detto di godermi questo momento perche è davvero un'emozione unica stare qui".

Com'è passare dal Barcellona allo Spezia?

"La partita di domenica 3 una partita fondamentale per il campionato e vincere sarà importantissimo. Noi andremo la per imporre il nostro gioco e per portare a casa i tre punti".

Termina qui la conferenza stampa di Federico Chiesa