live

TJ . ALLEGRI a Dazn: "Vittoria importante contro squadra forte. Dobbiamo rimanere attaccati alla testa della classifica. Obiettivo chiaro, tornare in Champions"

01.12.2023 23:13 di Redazione TuttoJuve Twitter:    vedi letture
LIVE TJ . ALLEGRI a Dazn: "Vittoria importante contro squadra forte. Dobbiamo rimanere attaccati alla testa della classifica. Obiettivo chiaro, tornare in Champions"
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Massimiliano Allegri è intervenuto ai microfoni di Dazn dopo la pazzesca vittoria contro il Monza. Le sue parole:

Vittoria troppo importante...
"Vittoria importante perchè è venuta contro una squadra forte, che gioca molto bene. La squadra ha fatto un bel primo tempo, siamo tati aggressivi, abbiamo avuto l'occasione per fare il 2-0, poi nel secondo tempo loro hanno tenuto molto la palla, abbiamo rischiato poco e niente, poi purtroppo in quel tiro lì abbiamo un po' peccato, abbiamo lasciato libero Carboni che è un bravo giocatore col mancino ed è venuto fuori questo gol un po' strambo. Poi c'è stata la reazione subito e i ragazzi sono stati bravi a cercare questa vittoria".

E' proprio vero che è una Juve diversa quest'anno. Stasera sembra che l'inerzia della stagione sia positiva.
"Quando lavori e c'è positività all'interno del gruppo, all'interno dell'ambiente, la voglia, tutti i ragazzi che si mettono in discussione, chi gioca, chi entra, questa è una cosa che ci deve portare fino in fondo, perchè sappiamo che vincere le partite non è facile, anzi è molto difficile, sappiamo i nostri limiti, su quelli dobbiamo lavorare, dobbiamo recuperare anche un po' di giocatori che hanno meno condizione. Danilo è tanto che è stato fuori, Alex Sandro oggi ha fatto un'ottima partita, A Locatelli speriamo che questo dolore  passi velocemente, però ho un gruppo che sta facendo cose importanti. Non bisogna assolutamente fermarci, anzi, bisogna lavorare, migliorare di settimana in settimana, per cercare di rimanere più attaccati possibile alla testa della classifica".

Dopo il gol di Gatti ha bisticciato in modo affettuoso con Landucci.
"Gli ho solamente detto che era un gol evitabile il nostro, anche perchè Carboni era già tre volte che entrava dentro il campo e metteva questi palloni. Su quella roba lì bisogna difendere un pochino meglio quando ci sono questi tipi di giocatori. Ma non ho niente da rimproverare alla squadra, abbiamo da migliorare soprattutto la gestione della palla, soprattutto nel secondo tempo quando siamo un pochino sotto pressione, però si sono messi tutti a disposizione per portare a casa questo risultato".

La scelta di mettere Danilo a centrocampo?
"In quel momento avevo Locatelli che oggi aveva un po' più di fastidio alla costola, forse il freddo o l'umidità. Quindi per non rischiarlo ho messo dentro Danilo, che rientrava dall'infortunio. In posizione difensiva davanti ai centrali ha fatto un bell'intervento su una palla in verticale dove eravamo un pochino scoperti, poi alla fine ho messo dentro Locatelli perchè Cambiaso era un po' stanco e l'ho messo accanto a Danilo. Ma quando c'è questo spirito èpiù facile ottenere risultati".

Il prossimo rigore lo calcia Vlahovic?
"Vediamo, non è che se uno sbaglia non ricalcia. Dusan ha fatto una buona partita, sta migliorando la condizione e tecnicamente ha fatto meglio".

I giocatori volevano andare al primo posto.
"Vincendo siamo davanti a tutti, vediamo cosa fanno gli altri. Vincere oggi era molto importante, contro una squadra che l'anno scorso ci ha tolto 6 punti".

Può rientrare il Napoli?
"Può rientrare il Napoli, come il Milan. basta un filotto di vittorie, il campionato è lungo. Questi ragazzi vano aiutati, stanno facendo cose importanti. Abbiamo l'obiettivo di tornare in Champions".

In settimana è arrivata la fiducia della società.
"Verso novembre si parla sempre del mio futuro, l'importante è quello del club. La società deve programmare gli anni futuri, così è più semplice".

Grande dialogo con il club?
"C'è un bell'ambiente, sia con Giuntoli che con Manna e Scanavino. Abbiamo chiaro l'obiettivo di tornare in Champions, ci sono tanti giovani cresciuti in casa e per la Juve è molto importante".