LIVE - ALLEGRI IN CONFERENZA: "Fortunato ad avere Tevez. Con tutti questi giovani possiamo continuare a fare bene"

09.11.2014 18:14 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
LIVE - ALLEGRI IN CONFERENZA: "Fortunato ad avere Tevez. Con tutti questi giovani possiamo continuare a fare bene"

Massimiliano Allegri ha risposto alle domande dei cronisti in conferenza stampa. Ecco quanto evidenziato da Tuttojuve.com:

Questo modulo è la strada giusta per fare bene? Poi le chiedo un commento al gol di Tevez....
"Partiamo dal gol. Direi innanzitutto che sono fortunato ad avere Tevez come giocatore. Ha fatto un gol straordinario sotto l'aspetto tecnico e sotto l'aspetto caratteriale, perchè non era facile. Carlos se l'è meritato, l'ha cercato, ha fatto anche il secondo, quindi sono contento per lui che è tornato al gol. Poi sono contento che la squadra abbia giocato una buona partita sotto l'aspetto tecnico, che Padoin e Romulo abbiano dato risposte importanti in una partita difficile come poteva essere quella di oggi, perchè la Juventus alla fine ha finito la partita con quattro giovani in campo. Questo credo sia un dato di fatto importante, perchè credo che la società abbia lavorato molto bene questa estate, andando a mettere dentro dei giovani di grande qualità, a cambiare il reparto di attacco mettendo dentro Morata e Coman, affiancandoli a Giovinco, Tevez e Llorente. Oltre a Pereyra che ha solamente 23 anni. Quindi credo ci siano le prerogative per continuare a fare bene. per quanto riguarda il modulo, non è che ti faccia vincere o perdere le partite. E' l'interpretazione che dai alla partita. Le prime sei partite le abbiamo vinte con un sistema di gioco diverso, in Champions uguale, però credo che questa squadra possa giocare con sistemi di gioco diversi, fortunatamente abbiamo un sistema di gioco ben collaudato che mi garantisce sempre in qualunque momento di poterlo adottare".

Avevi detto che avresti voluto un giocatore in più in fase offensiva. E' la maggiore differenza? 
"La differenza principale è che c'era un giocatore più offensivo e nello sviluppo del gioco invece di essere a tre dietro sei a quattro. Magari hai più possibilità di sviluppare il gioco. Poi la cosa fondamentale è che se i ragazzi interpretano le partite in questo modo puoi giocare a due, a tre, a quattro e a cinque, ma cambia assolutamente poco".

E' giusto dire che Marchisio sta facendo cose importanti in questa stagione? Non fa rimpiangere Pirlo.
"Sono due giocatori con caratteristiche diverse, possono tranquillamente e hanno già giocato insieme. Andrea ci dà grandissima qualità e soprattutto è un valore aggiunto sui calci da fermo, oltre che nella gestione della palla e del gioco. Claudio sta facendo veramente un inizio di campionato molto importante e sono molto contento, ma Claudio non è che lo scopriamo oggi, le ha sempre avute e le ha dimostrate nella sua carriera".

E entrato nella storia della Juve, perchè la squadra non vinceva da più di 30 anni con questo risultato. Quanta paura ha per il fatto di dover salutare quasi tutta la squadra e che un periodo così bello sarà interrotto dalle nazionali?
"C'è da accettarlo. Serve per ricaricarsi un po' tutti, per recuperare gli infortunati, così dopo la sosta avremo quasi tutti i giocatori a disposizione. Questa è una cosa importante, perchè dopo abbiamo un mese in cui dobbiamo guadagnarci la qualificazione in Champions, mantenere la testa della classifica, con partite difficili e importanti".  

Vi siete detti qualcosa? L'atteggiamento rispetto ad Empoli è stato clamorosamente diverso.
"L'atteggiamento... è la dimostrazione che questa squadra è molto matura e soprattutto ha molto rispetto dell'avversario, qualunque esso sia, perchè le partite non sono mai semplici, le vinciamo solo quando l'arbitro fischia la fine, quindi ci vuole molta umilltà e molto rispetto dell'avversario. Poi bisogna sempre mettersi al pari degli altri sul piano della corsa, e poi le qualità tecniche alla lunga vengono fuori. Ma se non facciamo questo partite ne vinciamo poche".

Si può dire che ora la Juve sia più ricca? Perchè lei ha insegnato altri moduli di gioco alla squadra...
"Infatti questo l'ho detto prima: il fatto che la Juventus conosca benissimo il sistema di gioco che per tre anni le ha consentito di vincere, con questo nuovo sistema di gioco che stiamo adottando, sicuramente ci permette di avere più varietà, perchè anche durante la partita può succedere che da quattro passiamo a tre o da tre passiamo a quattro. Quindi nel calcio di oggi, avere una squadra che ha la duttilità di cambiare in corsa sia molto importante".(redazione Tuttojuve.com)