GAZZETTA - JUVE, SHOPPING A ROMA: VUCINIC O ZARATE

22.01.2011 09:25 di Redazione TuttoJuve   Vedi letture
© foto di Alberto Fornasari
GAZZETTA - JUVE, SHOPPING A ROMA: VUCINIC O ZARATE

Stando all'edizione odierna de "La Gazzetta dello Sport", la Juventus potrebbe fare shopping a Roma. I dirigenti bianconeri sarebbero attratti da due preziosi gioielli: uno è il biancoceleste Mauro Zarate e l'altro è il giallorosso Mirko Vucinic.
Entrambi hanno qualche problema con i rispettivi allenatori. Da qui l’idea di sondare il terreno in vista di un assalto vero e proprio, da sferrare entro la fine di gennaio. O, in alternativa, da posticipare a giugno.
L’argentino - scrive la rosea - è ai ferri corti con Edy Reja. I due non si amano, il tecnico non perde occasione di rimproverarlo, anche pubblicamente. Lotito sta dalla parte dell’allenatore. Entrambi, quindi, non sono affatto contrari all’idea di una cessione dell’argentino. La Juve è al corrente di tutto ciò ed ha mandato segnali in direzione di Formello. Lotito, però, ha già fatto sapere che, come base di partenza, vuole in cambio il cartellino di Amauri più 15 milioni circa. Con quei soldi il presidente della Lazio cercherebbe sul mercato un elemento (Giuseppe Rossi?) che, unitamente ad Amauri, sarebbe in grado di placare le ire dei tifosi, assai legati a Zarate.
 Più complicata - secondo la Gazzetta dello Sport - è invece l’opzione Vucinic. Anche il montenegrino è ai ferri corti con Ranieri e il suo procuratore, Alessandro Lucci, da qualche giorno sta discutendo con i dirigenti della Juve del futuro del suo assistito. A Vucinic l’ipotesi di un futuro in bianconero non dispiace affatto, ma è la Roma che non ha alcuna intenzione di cederlo. Almeno alle condizioni prospettate. Si è parlato prima di uno scambio di prestiti Amauri-Vucinic, quindi di una cessione a titolo definitivo in cambio di Iaquinta e soldi (5 milioni). Ipotesi che non convincono affatto Rosella Sensi, che è stata chiara con il giocatore: "Non sarò io il presidente che ti cederà". Di fronte a un "no" così secco è molto difficile che in dieci giorni la situazione possa cambiare. Ma l’ammiccamento tra l’agente del calciatore e la Juve è un dato di fatto che potrebbe portare a sviluppi clamorosi. Vucinic ha un contratto che scade nel 2013, la Roma non ha dunque un’urgenza assoluta di cederlo in mancanza di un rinnovo contrattuale. Ma la prossima estate, con Vucinic vicino ai 28 anni, una decisione andrà comunque presa. E gli attuali contatti potrebbero trasformarsi in qualcosa di più concreto. A meno che Andrea Agnelli e Beppe Marotta non decidano di rompere subito gli indugi e formulare una proposta che faccia vacillare la Roma già per questa sessione di mercato.