Frederik "IceMan" Sorensen, il futuro è già qui

Ieri sera un'altra grande prestazione del 18enne danese, freddissimo e mai in difficoltà nonostante la giovane età.
13.12.2010 16:45 di Eugenio Grasso  articolo letto 14811 volte
© foto di Alberto Fornasari
Frederik "IceMan" Sorensen, il futuro è già qui

Probabilmente starà pensando di essere nel bel mezzo di un sogno il giovane Sorensen, uno dei giocatori diventati simbolo di questa nuova Juventus. Il diciottenne danese è approdato a Torino a fine agosto dopo essere stato prelevato dal Lyngby (serie B danese) con la formula del prestito oneroso. La cifra pattuita per esercitare il riscatto del suo cartellino è di 150 mila euro, una somma che può risultare quasi simbolica date le sue qualità. Il più grande merito di questo ragazzo è quello di avere colto alla grande l'occasione della vita capitatagli il 7 novembre scorso, giorno in cui Delneri gli ha dato una maglia da titolare contro il Cesena nel pieno dell’emergenza infortuni. Dopo qualche leggero sbandamento iniziale, nel corso della gara contro i romagnoli nessuno ha potuto fare a meno di notare le grandi capacità fisiche e di concentrazione del giovane difensore, chiamato a sostituire Chiellini al centro della difesa. Dopo quella gara, Sorensen ha fornito un'ottima prestazione nientemeno che contro la Roma per poi confermarsi ieri sera, al cospetto della Lazio seconda in classifica, in queste due occasioni da terzino destro (peraltro ruolo a lui non congeniale). In una gara dove la scena se l'è presa per ovvie ragioni Milos Krasic (per qualcuno “solo un serbo” per altri un campione dal grande cuore) è arrivata un’altra prestazione maiuscola del 18enne scandinavo. Sorensen è stato bravissimo nell’essere paziente una volta puntato dall'avversario di turno, per poi puntualmente fermarlo con tackle sempre puliti. Ne sa qualcosa Mauro Zarate, uno dei giocatori più in forma della Serie A, che oltre al gol messo a segno per il momentaneo 1 a 1 non ha mai saputo impensierire il freddissimo danese. E’ probabile che grazie a lui la Juventus potrà risparmiare i soldi per l’acquisto di un nuovo terzino destro dati gli ampi margini di miglioramento che ha sicuramente un classe ’92.