ESCLUSIVA TJ - Zaccaria Tommasi (Verona Women): "Fermare la Juve impresa molto difficile, ma c'è voglia di far bene. Su Glionna e Cantore..."

21.02.2020 14:45 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
Foto di Fotoexpress
Foto di Fotoexpress

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il responsabile dell'area tecnica del Verona Women, Zaccaria Tommasi, per parlare del match di campionato con la Juventus e non solo:

C'è un brutto ko da riscattare, si aspetta che le sue ragazze mostreranno una reazione d'orgoglio contro una Juventus ancora imbattuta in Serie A?

"Il ko di Roma è un ko pesante perché 6 reti sono tante e sono convinto che non rispecchino la differenza tecnica che c’è tra le due squadre. Per quanto riguarda la partita di sabato, sono sicuro che le motivazioni siano molto alte e ci sia molta voglia di far bene a prescindere dal'ultimo risultato. Le ragazze si stanno allenando con impegno e serietà e quindi dal nostro punto di vista questo è molto importante. Il lavoro alla lunga porta sempre a risultati, ovvio che è superfluo dire che la partita con Juventus sarà tutt’altro che semplice".

 All'andata, la Juve riuscí a vincere nonostante in inferiorità numerica. A suo avviso come si può fermare questa corazzata?

"All’andata speravamo di raccogliere qualcosina in più alla luce proprio del fatto che per buona parte della partita abbiamo giocato in superiorità numerica, ma così non è stato. La Juventus sta dimostrando di essere ancora la squadra più forte del campionato e fermarla è impresa molto difficile. Noi dobbiamo continuare il percorso di crescita come squadra, cercando di lavorare per ridurre al minimo gli errori che, in particolar modo in questo girone di ritorno, stiamo pagando a caro prezzo. Poi come sempre affronteremo la partita a viso aperto mettendo in campo il massimo impegno, limitando il più possibile il potenziale avversario".

 Che cosa pensa dell'area sportiva della Juventus Women? Il Verona può ambire al modello Juventus a suo parere?

"Credo che paragonare il lavoro di due società cosi diverse sia una cosa che non abbia molto senso. Noi siamo una realtà provinciale che cerca di portare avanti nel migliore dei modi la tradizione che la piazza di Verona possiede. Il nostro obiettivo è rimanere nella massima serie con la prima squadra, ma soprattutto continuare a migliorare a livello di settore giovanile, avvicinando professionalità che ci possano permettere nel lungo periodo di portare atlete del nostro vivaio in prima squadra un po' come sta succedendo nella parte maschile. E’ un compito non semplice ma che ci stimola molto e la società ci accompagna in questo percorso mettendoci nelle condizioni di poter lavorare al meglio con le risorse necessarie che una realtà come l’Hellas Verona ha a disposizione".

Sarà una partita emozionante per Glionna e Cantore?

"Benedetta e Sofia sono due ragazze giovani che stanno lavorando con molto impegno per crescere e fare esperienza in categoria. Sono due profili molto interessanti di calciatrici italiane, di cui a mio avviso sentiremo parlare molto. Mi sento di dire che oltre ad essere brave calciatrici sono anche due bravissime ragazze che si allenano sempre con molto impegno e sono convinto che al di là dell’emozione di giocare contro molte amiche, saranno concentrate nel dare il massimo per i colori gialloblù".

Ci può raccontare come è nata la sinergia estiva con la Juve che ha consentito di acquisire le prestazioni sportive delle due ragazze appena citate?

"Non c’è molto da dire, nel senso che sono sinergie che tra club nascono di continuo. Sono, come in questo caso, legate alle esigenze di una squadra che coincide con quelle di un’altra. Noi stiamo cercando di portare avanti una politica di crescita di ragazze giovani perché crediamo molto nel futuro del calcio made in italy; questa nostra filosofia è stata apprezzata da un club importante come la Juve e di conseguenza ne è nata l’occasione di girarci in prestito Glionna e Cantore. Per noi è stata sicuramente una bellissima opportunità. Per quanto ci riguarda saremo sempre ricettivi nei confronti di queste situazioni, perché convinti che siano una strada molto importante per far crescere tutto il movimento".

Si ringraziano Zaccaria Tommasi e l'addetto stampa del Verona femminile, Lorenzo Salvadori, per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.
Photo credit: Francesco Grigolini (Fotoexpress)