ESCLUSIVA TJ - Phillip Arens (Bild): "Poche chance per il Bayer, a Torino differenza abissale. Riserve Juve come i titolari. Havertz? Non sceglierà la Serie A. Sul suo valore..."

10.12.2019 16:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA TJ - Phillip Arens (Bild): "Poche chance per il Bayer, a Torino differenza abissale. Riserve Juve come i titolari. Havertz? Non sceglierà la Serie A. Sul suo valore..."

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il collega dell'autorevole quotidiano tedesco "Bild" e punto di riferimento da undici anni per le vicissitudini legate al Bayer Leverkusen, Phillip Arens, per parlare del match con la Juve e non solo:

Il presupposto è piuttosto scontato: è la partita per il Leverkusen, non per la Juventus.

"Sì, è vero. Qualche giorno fa il direttore generale Voeller ha dichiarato che la partita più importante è stata quella di Mosca contro il Lokomotiv, dove il Leverkusen è riuscito a guadagnarsi la chance di continuare a giocare in Europa League e di sognare l'accesso agli ottavi di finale di Champions. La sfida con la Juventus è come un bonus, sarà una partita decisamente diversa da quell'andata. A Torino c'è stata una differenza abissale tra le due squadre".

Il Leverkusen come arriva a questo incontro?

"La sconfitta di Madrid ha cambiato, in positivo, la stagione. La squadra è cresciuta, ha acquisito morale e sia in Europa che in Bundesliga è ripartita. Ne sono esempi le vittorie con Atletico e Bayern Monaco, anche se quest'ultima è stata un po' fortunata. Con lo Schalke 04 è arrivato il miglior primo tempo della stagione, ho visto un Bayer molto in forma. La pressione è tutta sugli uomini di Simeone, così come dichiarato dai giocatori".

Quante chance ha, dunque, il Bayer per qualificarsi?

"Per me sono basse, ma questa sera la squadra metterà l'anima per ottenere il risultato. E nessuna partita è già finita in partenza, basti vedere il Lokomotiv come ha affrontato nel doppio confronto i bianconeri. A tal proposito la Juventus ha dato una grossa mano ai ragazzi di Bosz, perché la sconfitta di Mosca ha permesso al Leverkusen di rimettere in gioco la situazione".

La Juventus, d'altro canto, in Italia ha accusato qualche passo falso di troppo. Quali sono le aspettative verso i bianconeri?

"Anche se non sta vivendo un periodo felice in Italia, la Juventus resta una grande squadra ed è favorita per vincere il match della BayArena. E' talmente grande il suo valore che le riserve presenti nella rosa sono da considerare come dei titolari. Al Leverkusen serviranno due grandi miracoli per superare il turno, ma c'è grande rispetto per questo avversario di prestigio. Batterli lascerebbe tracce positive per il prosieguo della stagione".

E a livello di rosa, sembra esserci qualche infortunato in meno rispetto all'andata.

"Bosz potrà contare su quasi tutta la rosa: Havertz è tornato sabato dopo il primo infortunio della sua carriera, Bailey sembra rinato e Volland, che per me sarà titolare al posto di Alario, ha giocato solo nei minuti finali. Non dimenticandoci Demirbay, in chiave offensiva ci sono tante frecce nell'arco dell'ex tecnico dell'Ajax. E ci sono due giocatori da seguire: Diaby ed Aranguiz".

Mi hai citato Havertz, che è appena tornato da un infortunio. Sarà la sua partita?

"Non so se Bosz correrà il rischio, ma se giocherà sarà determinante. Lui ha sempre il passo per cambiare la partita. Tante squadre in Europa sono interessate alle sue prestazioni, ma personalmente non credo voglia la Serie A. In pole position ci sono Barcellona e Real Madrid in Spagna, il Bayern Monaco, United e Liverpool in Premier League. Ha la qualità per giocare ovunque, sarà lui a decidere il suo futuro. Il Leverkusen vorrà incassare almeno una cifra pari a 120 milioni di euro, perché la società crede che non sia inferiore a Joao Felix che è stato pagato tanto dall'Atletico. Ha già giocato oltre 100 partite in Bundesliga, è incredibile questo record".

Si ringrazia Phillip Arens per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.