ESCLUSIVA TJ - Obbedio (DS Renate): "Juve ferita, spero di trovarla stanca. A loro toglierei Compagnon e Barrenechea"

20.01.2023 16:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Obbedio (DS Renate): "Juve ferita, spero di trovarla stanca. A loro toglierei Compagnon e Barrenechea"
TuttoJuve.com

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il direttore sportivo del Renate, Antonio Obbedio, per parlare approfonditamente della sfida di domenica pomeriggio con la Juventus Next Gen:

Sul campo si sentiranno tutti i dieci punti di differenza tra le due compagini?

"No, perché le sfide con la Juve sono sempre molto aperte. Siamo due squadre che non giochiamo al risparmio, i numeri lo confermano. L'intenzione sarà quella di fare una partita importante, l'obiettivo è di avvicinarsi a chi ci precede in classifica. I bianconeri, d'altro canto, vorranno uscire da un periodo negativo e proveranno a riscattarsi dalla sconfitta di Coppa Italia con il Foggia".

In effetti non sono mai sfide banali, in quella dell'andata potevate subire una rimonta da 3-0 a 3-3 nei dieci minuti finali.

"E' vero, il miracolo del nostro portiere è stato decisivo ai fini del risultato. La qualità dei giovani bianconeri non ti rende mai tranquillo, le loro giocate sono sempre di categoria superiore. Per aver ragione di loro, devi sempre fare una prestazione importante".

Credi che la partita di Foggia possa aver tolto delle energie preziose ai bianconeri?

"Spero di trovare una squadra stanca, con poche energie e scarica. Ma sicuramente si faranno trovare pronti per affrontarci nel migliore dei modi".

La Juve non vince da inizio dicembre e ha perso le ultime due sfide giocate in casa. Vi può far riflettere di più questo dato?

"Il dato negativo è sicuramente rappresentato dai risultati, ma poi bisogna analizzare la situazione nel dettaglio e vedere ad esempio quanti giocatori sono andati in prima squadra e tolti a mister Brambilla. Non deve esser intesa come una giustificazione, ma allenare la Juve Next Gen deve esser parecchio complicato. Anche perché fino all'ultimo, forse, non sai mai chi avrai a disposizione".

E' il momento migliore, quindi, per sfidare la Juve?

"Tra fine novembre e metà dicembre abbiamo vissuto un brutto periodo, per fortuna siamo ripartiti con alcune vittorie consecutive. Attraversiamo un buon momento, e stiamo crescendo a livello di consapevolezza. La partenza di Maistrello è stata molto importante, ma i nuovi arrivati sono riusciti subito a creare il giusto ambiente per poter proseguire quei risultati ottenuti fino adesso".

Vi andrebbe bene tornare a Renate con un punto?

"Io non faccio mai calcoli, perché la squadra scende sempre in campo per vincere. Bisogna sempre rispettare l'avversario, ancor di più in questo momento di difficoltà. Troveremo una squadra ferita per i risultati ottenuti nelle ultime settimane. Giocatori da togliere? Rispondo Barrenechea, ma anche Compagnon. Sono due giocatori forti e che possono sempre fare la differenza".

Si ringrazia Antonio Obbedio per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista,