ESCLUSIVA TJ - Jorge Garcia (Diario As): "Juve più di qualità ma con meno carattere, il 'Sarri Style' più adatto per l'Atlético. Sulla formazione..."

18.09.2019 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
ESCLUSIVA TJ - Jorge Garcia (Diario As): "Juve più di qualità ma con meno carattere, il 'Sarri Style' più adatto per l'Atlético. Sulla formazione..."

La redazione di Tuttojuve ha contattato telefonicamente, in esclusiva, il collega di "Diario AS" molto informato sulle vicende in casa Atletico, Jorge Garcia, per parlare della sfida con la Juventus:

Non è stato un week-end positivo per Atletico e Juventus. Chi arriva, secondo te, meglio alla sfida?

"A mio parere, non è una questione di chi arriva meglio. E nemmeno di tempistica. In questo caso, l'Atlético può avere un piccolo vantaggio perchè la Juve sembra ancora in fase di rodaggio e di costruzione sul concetto di una idea diversa. É stato un periodo vincente quello con Allegri, ora bisogna creare nuovi meccanismi che costano tempo. I "Colchoneros" hanno perso la vecchia guardia, è vero, ma chi è rimasto conosce lo stile e si lavora sulla stessa ideologia. La sconfita a San Sebastián puó seminare dubbi, ma l'atmosfera del Metropolitano in Champions equilibra". 

Che cosa si dice a Madrid? La Juve è più oppure meno temuta dello scorso febbraio?

"L'immagine della Juve é la stessa della gara di ritorno a Torino: massimo rispetto, ma senza paura. La partita di Stoccolma, vinta dagli spagnoli, è servita anche per vedere la forza dei bianconeri. Aveva vinto l'Atlético, ma quanta sofferenza. Personalmente, vedo una Juve più di qualità ma non so se con lo stesso carattere". 

A proposito del match di febbraio, che non fu bellissimo. C'è preoccupazione nell'Atletico di dover affrontare una squadra molto diversa dal punto di vista del gioco?

"La preocupazione è quella di giocare la prima partita contro una big. A Madrid, la preferenza è sempre quella di affrontare una rivale meno forte alla prima partita. Cosí, c'è il tempo di adeguare la squadra poco a poco. Sul punto di vista del gioco, personalmente, credo la Juve di Sarri, o meglio detto 'Sarri Style', è piu adatto per l'Atlético. La squadra di Simeone sembra rendere al meglio quando il rivale monopolizza il possesso palla. Ma non si può e non si deve sottovalutare né Sarri né la Juve".

Non ci saranno Pjanic e Douglas Costa, un bel colpo per la Juve. Oblak invece sarà della partita? 

"Dopo la partita contro la Real, il club ha detto che Oblak é stato cambiato soltanto per precauzione. Non dovrebbe avere problemi". 

Che formazione schiererà Simeone questa sera? 

"Sicuramente partirà con il 4-4-2, in porta ci sarà come dicevo Oblak, sugli esterni i due nuovi arrivi Trippier e Lodi mentre al centro ci saranno Savic e Giménez. A centrocampo, Koke e Thomas con Felix e Saúl più avanzati. In attacco, i favoriti, sono Vitolo e Diego Costa. Occhio a Joao: potrebbe fare la seconda punta con Vitolo che potrebbe giocare a sinistra". 

Sappiamo che Ronaldo sarà nuovamente da insulti. Per te, la sfida con Felix sarà quella che catalizzerà tutto l'incontro?

"Non lo credo. I due giocatori possono fare la differenza ma la guerra sará piu ricca. Per esempio, nel centro del campo. Lo abbiamo visto nelle due partite precedenti. A Madrid, Koke, Saúl e Thomas hanno creato problemi e soffocato il gioco della Juve. Ma a Torino Emre Can, Pjanic e sopratutto Bernardeschi hanno dannegiato l'Atletico. Cristiano é stato il braccio armato".

Si ringrazia Jorge Garcia per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.