ESCLUSIVA TJ - Iaquinta: "Vorrei una Juve più offensiva. Vlahovic troppo isolato ma non è solo colpa di Allegri"

Ex bianconero e campione del Mondo nel 2006, Vincenzo Iaquinta commenta l'attualità bianconera e degli azzurri a Tuttojuve.
22.09.2022 17:30 di Marco Spadavecchia   vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Iaquinta: "Vorrei una Juve più offensiva. Vlahovic troppo isolato ma non è solo colpa di Allegri"

NEL PODCAST L'INTERVISTA INTEGRALE A VINCENZO IAQUINTA

"Quando una grande squadra come la Juventus non porta risultati è normale che ci siano delle critiche. Non credo, però, sia giusto prendersela solo con Allegri. In questi casi le responsabilità sono di tutti, anche dei giocatori e della società. Questa sosta cade bene per potersi confrontare e migliorare, in vista della ripresa" le parole di Vincenzo Iaquinta a Tuttojuve.

GIOCO JUVE - "Cosa manca a questa Juventus? Non verticalizza molto e gioca troppo in orizzontale. Certo, con i grandi giocatori i gol possono arrivare ugualmente. Ma vorrei vedere una Juve più propositiva, più offensiva. Vlahovic? E' sempre molto solo là davanti. E le colpe sono di tutti, oltre che del tecnico. Un gioco migliore potrà garantire molti più gol".

SERIE A - "Stiamo vedendo Atalanta e Udinese che vanno a duemila... Il Napoli è la squadra che gioca meglio. Conosco bene Spalletti, l'ho avuto a Udine e fa un gioco strepitoso. All'Inter pagano l'assenza di Lukaku, stanno facendo un po' di fatica".

ITALIA OUT - "Fa un brutto effetto vedere la Nazionale fuori dai Mondiali ancora una volta, è dura da digerire. Dobbiamo lavorare per tornare ai livelli in cui meritiamo di stare. In chi mi rivedo tra gli azzurri? In Scamacca. E' longilineo e veloce, ha un bel tiro e attacca bene la profondità. Sì, un po' mi somiglia".