CONTE, una furia in conferenza: "Vergognosa campagna mediatica contro Giovinco, sta sulle palle: massacrato perchè non parla con i giornalisti. Così fate dei danni, imparate a scrivere bene"

16.02.2014 19:55 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di Foto - Massimo Pavan
CONTE, una furia in conferenza: "Vergognosa campagna mediatica contro Giovinco, sta sulle palle: massacrato perchè non parla con i giornalisti. Così fate dei danni, imparate a scrivere bene"

Antonio Conte ha risposto alle domande dei cronisti in conferenza stampa. Tuttojuve.com ha trascritto integralmente le sue dichiarazioni.

Parliamo della partita di oggi. E poi le chiedo se i suoi giocatori sono pronti per affrontare questa avventura europea?
"Innanzitutto dovevamo vincere oggi e lo abbiamo fatto. Era molto importante perchè continuare a marciare spediti in campionato è sicuramente un buon viatico per continuare a fare bene anche in Europa. Il campionato italiano non è mai semplice, non dimentichiamo che il Chievo aveva bloccato sul pareggio sia il Napoli che l'Inter fuori casa, quindi sono squadre sempre molto temibili e se non le affronti nella maniera giusta rischi sempre qualcosina. Eravamo anche a livello difensivo un po' in emergenza, visti gli infortuni di Barzagli e Chiellini. La risposta di Ogbonna e Caceres è stata molto buona. Marchisio ha fatto molto bene da mezz'ala, la coppia di attaccanti Llorente-Giovinco mi ha soddisfatto. Adesso archiviamo questa partita e ci tuffiamo nell'Europa League, nell'appuntamento con il Trabzonspor. Mi auguro che giovedì ci sia una bella atmosfera".

Secondo te su Giovinco c'è del pregiudizio?
"Questo penso che sia evidente e dispiace perchè viene fatta una campagna mediatica vergognosa nei confronti di questo calciatore, quindi non mi piace questo, non mi piace perchè non bisogna mai mancare di rispetto alle persone. Quando io leggo che sono costretto a far giocare Giovinco perchè non ne ho altri, è brutto. In 30 anni di calci non mi è mai capitato di leggere una cosa del genere. E' brutto e questo fa capire che c'è prevenzione nei confronti di un calciatore. Non dimentichiamo che l'anno scorso, fino a gennaio, ci ha trascinato lui, perchè ce l'ho fisso in mente quello che ha fatto Giovinco. Però non è simpatico, è piccolino forse, o magari non parla con qualche giornalista, non dà la formazione, forse fa questo Giovinco, sta sulle palle e allora lo si massacra. E purtroppo chi legge si fa condizionare, perchè è questa la verità. In  me c'è grandissima amarezza perchè, ripeto, toccatemi tutti - facciamo pubblicità - ma non toccatemi i giocatori. Io mi scaglio contro chi tocca i calciatori, mi scaglio con tutto me stesso, non mi interessa chi è, anche se è della stessa fede, perchè ci vuole rispetto, per gente che sta facendo grandissime cose, e questo è il terzo anno. Poi nel momento in cui non ci sarò più io qui, fate quello che volete".

Ma non pensi che anche lui abbia sbagliato qualcosa a livello di atteggiamento? Comunque ha insultato...
"Non ha insultato nessuno Giovinco, è uscito... ci sono stati applausi per Llorente, è uscito Giovinco...fischi! E voleva andare dentro Giovinco e l'ho trattenuto, perchè non è giusto. Perchè così mi fate dei danni, perchè dopo a me tocca arrivare alla fine della stagione con i giocatori, distrutti psicologicamente".

Però...
"No, non c'è nessun però, non ti dispiacere. Imparate anche a scrivere bene, perchè ci sono i simpatici e gli antipatici. I simpatici sono quelli che sentite per telefono, gli antipatici sono quelli che non sentite per telefono, perchè questa è la verità".

Il Trabzonspor ha appena cambiato allenatore...
"Facciamo gli scongiuri, perchè è capitato lo stesso con il Galatasaray e quindi io faccio gli scongiuri. (Conte incrocia le dita, ndr) Faccio questi per non fartene vedere altri, che sono più pesanti (ride, dr)".(redazione Tuttojuve.com)