Amoruso a RBN: "Come centrocampo titolare vedo bene Matuidi-Pjanic-Ramsey. Dybala può fare la differenza"

18.02.2020 17:55 di Alessandra Stefanelli   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Amoruso a RBN: "Come centrocampo titolare vedo bene Matuidi-Pjanic-Ramsey. Dybala può fare la differenza"

Intervenuto ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Stile Juventus’, l’ex bianconero Nicola Amoruso ha analizzato così il momento vissuto dalla Vecchia Signora: “Contro il Brescia non è stata una bella partita, i ritmi sono stati abbastanza lenti, anche se la Juventus dava comunque l’idea di avere in mano il pallino del gioco ed era consapevole di poter accelerare e vincere la partita. Ci sono state poche occasioni contro un Brescia che si è difeso molto bene, ma è stata una partita sottotono. Ciò che contava, però, erano i tre punti”.

Sui singoli: “È una partita difficile da giudicare, era difficile trovare spazi. Ramsey secondo me è uno di quelli che hanno bisogno di spazi, ha avuto difficoltà, qualche buon inserimento, ma non è ancora il giocatore che abbiamo ammirato nelle scorse stagioni. È un giocatore che deve crescere e deve capire il nostro calcio. Ora spero che tiri fuori le sue qualità che si possono adattare bene a quelle della Juventus. Quello di mezzala è il ruolo dove lo vedo meglio”.

Sul centrocampo: “Io sono convinto che questa Juventus in campionato abbia più difficoltà che in Europa. In Italia la Juventus trova spesso delle barricate e serve la giocata del singolo per risolvere la partita. In Europa le squadre sono abituate a giocarsi la partita e ti lasciano più spazio. Credo che alla fine Ramsey possa essere il titolare al posto di Khedira, ovviamente al di là degli infortuni. Io vedo Matuidi-Pjanic-Ramsey come centrocampo titolare. Poi ho visto un Bentancur che mi piace tantissimo, ma l’ho visto sbagliare molto. Anche lui è un giocatore in crescita, è uno di quei giocatori che potranno essere importanti per la Juventus. Poi c’è da sottolineare il grande rientro di Chiellini, lo aspettavamo tutti perché in questo momento c’è bisogno di lui, sappiamo quanto conta la sua presenza e quello che può dare al gruppo”.

Su Bonucci-De Ligt: “La difesa non ha avuto molto da fare in questa gara. Anche se ultimamente stiamo prendendo più gol del solito è il reparto che mi preoccupa meno. Bonucci è esperto, De Ligt è in crescita. Secondo me il centrocampo è il reparto dove bisogna trovare la giusta formula. Poi io voglio vedere quei tre lì davanti”.

Su Dybala: “Si percepisce che sta bene, vuole sempre la palla e poi ha anche la sicurezza di andare a calciare la punizione. Ci aspettavamo tutti che facesse gol e l’ha messa dentro. È in forma e in questo momento può fare la differenza. Higuain? Gli manca un po’ lo spunto, ma mi piace la sua presenza, c’è sempre. Forse gli manca un po’ la zampata vincente, ma è un giocatore che fa sempre la giocata e il movimento giusti. In questo momento è un po’ in calo, ma a me piace sempre molto”.

Clicca sul podcast in calce per la trasmissione completa.


Stile Juventus, rubrica sul mondo Juve a cura di Nicola De Bonis. Ospiti: Nicola Amoruso, Fabrizio Ponciroli, Giovanni Albanese, Fabio Riva,