A MENTE FREDDA - Allegri se tieni a questa squadra fai un passo indietro, ma la colpa è di tutti

15.09.2022 11:00 di Quintiliano Giampietro   vedi letture
A MENTE FREDDA - Allegri se tieni a questa squadra fai un passo indietro, ma la colpa è di tutti

Allegri dice di non sentirsi a rischio. Forse bara anche questa volta. Contro il Benfica assistiamo alla solita sceneggiatura. La squadra gioca venti minuti, poi arretra, concede metri e il pallino del gioco all'avversario, fino al buio. La sconfitta rischia di compromettere già alla seconda giornata il passaggio agli ottavi di Champions. Sarebbe un fallimento clamoroso. Come finora il ritorno del tecnico livornese. Il gioco latita, come l'identità tattica, ma soprattutto preoccupa la fragilità mentale di una squadra incapace di reagire di fronte alla prima avversità. In questa stagione ormai una costante, anche contro squadre più deboli di quella portoghese. Manca l'anima. L'allenatore deve essere anche un motivatore. In queste situazioni paga sempre chi è alla guida tecnica. Se non arrivano i risultati è giusto mandarlo via, prima che sia troppo tardi. Sarebbe un esonero oneroso, come risponde Arrivabene ad un tifoso. Scherzando, ma non troppo. Altra opzione sono le dimissioni. Max ripete spesso di essere tornato per amore di questa società, vista la situazione lo dimostri facendo un passo indietro.

Il capo è il maggiore responsabile, ma in ogni gruppo la colpa è di tutti. In questo anche di chi va in campo. In questo momento ci sono giocatori non all'altezza di indossare questa maglia. Cuadrado irriconoscibile da inizio stagione, McKennie sembra il classico pesce fuor d'acqua, Kean entra bene contro il Benfica, ma solitamente non risponde mai presente. Lo stesso Paredes va a corrente alternata, ieri sulla sua prova pesa un errore letale sulla rete del 2 a 1 lusitano. Miretti paga ancora una volta l'inesperienza in Europa, Kostic a metà. Perin sempre affidabile, evita il peggio, come Bonucci. Rete a parte, il polacco è palesemente l'uomo più in forma. Perché Allegri lo fa uscire? Domanda lecita che nel post gara Di Maria (da subentrato non al top della forma fisica offre a Bremer la palla del possibile pari) all'ex Marsiglia. In effetti doveva essere sostituito Vlahoivic. A proposito, cosa succede al serbo? Serve un'inversione di tendenza prima che diventi un caso.