Moby Dick - La Juventus riparte dal gioco

Corrispondente Daily Mail, autore di 9 libri. Autore e conduttore programma #Alvolante per AntennaSud. Vincitore Overtime Festival della Comunicazione del giornalismo e del premio Campione Odg Puglia
24.07.2019 00:49 di Alvise Cagnazzo Twitter:    Vedi letture
Moby Dick - La Juventus riparte dal gioco

Troppo poco tempo giudicare una squadra che avrà nel gioco una delle componenti fondamentali della prossima stagione. Così come una sola rondine non fa Primavera, non è la prima sconfitta stagione del pre campionato ad allarmare Sarri ed il suo staff. Il piano di rinvigorimento del gioco bianconero è in cantiere, occorrerà qualche settimana per poter osserva i frutti del lavoro, duro e costante, dell’intero comparto tecnico a disposizione del nuovo allenatore.  

Uno stravolgimento totale, tale da ridurre al minimo indispensabile il ricorso alla palestra ed ai pesi, favorendo il lavoro aerobico della squadra. Una nuova idea di calcio che almeno in teoria dovrebbe rendere meno gravoso il carico di lavoro, riducendo il numero dei malanni muscolari. Uno dei problemi principali della gestione Allegri, come emerso dal numero impressionante di infortuni muscolari occorsi ai propri giocatori nel corso degli ultimi cinque anni.

I primi a beneficiarne potrebbero essere Ramsey e Douglas Costa, rimasti ad allenarsi a Torino per essere nelle migliori condizioni possibili a partire dal ritorno dalla tournée in Asia. In attesa di conoscere il futuro di Higuain, Matuidi, Perin e Khedira, la Juventus cerca di ottenere attenzioni anche attraverso una diversa gestione tecnica e tattica della squadra.

Sarri è un estimatore del gioco aggressivo e veloce, un modo meraviglioso di dominare le partire anche attraverso l’imposizione di un gioco molto tecnico e rapido nel fraseggio. Una ricetta apparentemente ottimale soprattutto per i tanti calciatori tecnici in organico. In attesa del grande colpo...