LA LANTERNA VERDE - Tutti bloccati… meglio pensare a soluzioni alternative (Kulusevski)

17.09.2020 00:05 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    Vedi letture
LA LANTERNA VERDE - Tutti bloccati… meglio pensare a soluzioni alternative (Kulusevski)

La telenovela prosegue: chi sarà mai il “9” della Juventus di Pirlo? Ogni giorno, anzi, ogni ora, c’è una presunta novità. A volte pare che Suarez sia in vantaggio, poi recupera Dzeko e, a volte, spuntano outsiders come Cavani o il rinnegato Milik. Ma cosa sta succedendo in realtà? Perché è così complicato, per la società che ha dominato il calcio italiano negli ultimi novi anni, arrivare a prendere un attaccante? La risposta è semplice. Il mercato, almeno a certi livelli, è bloccato. Di soldi (quelli veri) ce ne sono pochi in giro e fare scambi non è così facile come si vociferava durante il lockdown. Come se non bastasse, i procuratori non hanno smesso di fare il loro lavoro, ovvero cercare di strappare i contratti migliori per i loro assistiti e, inoltre, chi vende non svende. Lo sta comprendendo bene il buon Paratici che sta duellando con tutti, sia per acquistare che per vendere. E così, ecco che il “9” della Juventus resta avvolto nel mistero. Pirlo si è già espresso in materia: “Speriamo arrivi il prima possibile”, ha dichiarato con grande schiettezza. La società sta facendo di tutto per trovare una soluzione ma, al momento, c’è da aspettare. Non il massimo per una squadra che ha bisogno di rilanciarsi e che, là davanti, deve capire come giocare e con chi giocare. 
E’ chiaro che avere Suarez porterebbe a determinate scelte tattiche. Con Dzeko, si prenderebbero altre direzioni, così come con Cavani, Milik o con chiunque dovesse spuntarla in questa corsa alla maglia numero “9”. Un bel problema per Pirlo che ha tanta voglia di sperimentare. 
Allora sovviene una riflessione… Ma se si cercassero soluzioni alternative per l’attacco? In effetti, un’idea ci sarebbe. Considerate le caratteristiche di CR7 e Dybala, che ne pensate di Kulusevski come ultimo dardo del tridente bianconero? L’ex Parma ha fisicità, progressione, dribbling e, in fase realizzativa, sa cavarsela egregiamente (10 gol lo scorso anno). E’ anche giovanissimo (classe 2000), quindi ancora plasmabile a livello tattico. Insomma, potrebbe anche essere la spalla ideale per CR7 e Dybala. Pirlo, sicuramente, ci avrà già pensato. Contro la Sampdoria, alla prima di campionato, potrebbe essere questo il tridente bianconero, in attesa di capire chi completerà il pacchetto offensivo.
Mi permetto un consiglio ai disfattisti. Sento, da più parti, troppi pseudo tifosi che parlano già di fallimento della nuova Juventus. Ma come si fa a criticare ancor prima di averla visto in azione? Bisogna avere pazienza e fiducia. Siamo all’inizio di una trasformazione importante, sia tecnica che a livello di rosa. Calma, calma e ancora calma. La forza della Juventus è sempre stata quella di credere nelle proprie scelte. Quindi, basta critiche. I giudizi si fanno alla fine, non prima che il giochino abbia inizio. 
Chiudo con una critica che, invece, credo sia giusto fare. Diretta al CTS. Forse è arrivato il momento di considerare i tifosi di calcio persone capaci di intendere e volere. Non riaprire parzialmente gli stadi “perché non sussistono i presupposti per farlo”, mi sa tanto di discriminazione. I fan del pallone hanno gli stessi diritti di quelli della pallacanestro o di qualsiasi altro sport. La ripresa comporta anche un pizzico di coraggio…