La Juve inizia a ballare per tornare bella. Ma Dybala perché è ancora senza squadra?

28.06.2022 01:00 di Ivan Cardia Twitter:    vedi letture
La Juve inizia a ballare per tornare bella. Ma Dybala perché è ancora senza squadra?
TuttoJuve.com

Dell’ultima Juve vista in campionato era difficile dire fosse bella, di quelli vista sinora sul mercato complicato sostenere che ballasse. E invece, per tornare bella, la Vecchia Signora non solo prende a danzare, ma si prepara a prendersi una fetta importante della scena. Si avvicinano i fuochi d’artificio: Pogba è stato forse sottovalutato nell’economia di un’estate che avrà lui e Lukaku come principali colpi. Di Maria si è infine convinto ad accettare la corte bianconera. Ha fatto penare forse un po’ troppo a lungo, ma resta uno di quei giocatori che possono permetterselo.

E non rimarrà l’unico. Neanche in quel settore di campo: l’idea della Juve, al momento, è aggiungere al tridente delle meraviglie Chiesa-Vlahovic-Di Maria (tanta roba) un altro colpo. Che si chiami Kostic, Zaniolo, o Berardi, c’è un attacco da completare e l’intenzione è quella di farlo in grande. Il resto dipenderà tantissimo dalle uscite. In difesa, tutto passa da De Ligt: per costruire il reparto non può non essere centrale capire il futuro del suo miglior elemento. Troppo condizionante, per gli equilibri e in caso di cessione anche per l’eventuale impatto economico. Sulle fasce, per ora, la strategia è via Pellegrini dentro Cambiaso e poi si vedrà. A centrocampo, fatto Pogba non ci starebbe male un Fabian Ruiz, ma bisogna sfoltire con decisione anche perché il limite degli ultimi anni è stato in quel reparto.

Chiudiamo con un ex Juve. Chi scrive, qualche lettore lo ricorderà, è un grandissimo fan di Paulo Dybala, nonché iper-critico nei confronti della gestione avuta dell’argentino nelle ultime tre stagioni. Però, una domanda va fatta: perché a due giorni dalla scadenza del suo contratto non ha la benché minima idea di quale sarà il suo futuro? A oggi, per l’Inter è più no che sì. Su altre sponde, la Joya si dovrebbe accontentare. E allora viene normale chiedersi quanto peso abbia avuto il suo entourage - del resto la distanza con l’Inter è anche su questi temi - nell’addio alla Juventus e nel fatto che uno dei migliori 2-3 giocatori della Serie A sia a oggi un disoccupato di lusso. Con un altro agente, a quest’ora Dybala sarebbe stato un giocatore della Juve?