L'IMBOSCATA - In difesa uomini contati, ma si parla incredibilmente di cessioni. Occhio al Milan, rischio "mancia"! Strategie Juve, serve chiarezza. I cinesi vestiti da interisti. Ettore, Achille e la manipolazione...

Andrea Bosco ha lavorato al “Guerin Sportivo“, alla “Gazzetta dello Sport“, al “Corriere d'Informazione”, ai Periodici Rizzoli, al “Giornale“, alla Rai e al Corriere della Sera.
26.07.2019 00:13 di Andrea Bosco   Vedi letture
L'IMBOSCATA - In difesa uomini contati, ma si parla incredibilmente di cessioni. Occhio al Milan, rischio "mancia"! Strategie Juve, serve chiarezza. I cinesi vestiti da interisti. Ettore, Achille e la manipolazione...

Via in tanti. Non tutti, ma molti. La Juventus deve vendere. E quindi in lista di uscita, gli indiziati si accalcano.

In attacco, a centrocampo e, incredibilmente, in difesa. Perché, incredibilmente? Perché gli uomini sono contati in quel settore. Perché Chiellini ha un polpaccio stabilmente in sofferenza. E perché evidentemente dalla lezione presa la scorsa stagione contro l'Ajax è stato imparato poco.

Non passa giorno che il Milan non “prema“ per Demiral. Ci saranno in giro una decina di bravi centrali, ma Giampaolo “pretende“ Demiral. E non fosse il turco, il Milan ha chiesto Rugani. Perché il Milan dalla Juve e solo dalla Juve, vuole i difensori? Prima Bonucci, poi Caldara, ora Demiral. Ogni estate è la stessa solfa. Perché vi chiederete la Juventus non manda il Milan  a “spendere“? Facile. Perché Paratici mangia pasta e fagioli con Boban, perché Nedved si veste dal medesimo sarto di Maldini, Agnelli gioca a golf con Gadzidis ed Elkann va in barca con Singer.

Fatemi capire, scriveva un direttore. Ecco:  vorrei capire anche io.

Che intenzioni hanno alla Juventus? Perché servirebbe un poca di chiarezza. Esempio: Cancelo dicono sia sul mercato. Va bene: venga, pure ceduto . Poi a destra chi gioca ? De Sciglio? Cuadrado ? Se Giovanni , resterà . Dei centrali ho già detto. La cessione di Demiral sarebbe giustificata da una plusvalenza monstre : 40 milioni a fronte dei 18 sborsati al Sassuolo. Ma poi chi prendi? Cominci una infinita jacovella con Preziosi per far arrivare con anticipo il “tuo“ Romero? Preziosi giustamente ti chiederebbe una “mancia“ visto che da contratto, Romero è suo per almeno un'altra stagione.

Centrocampo: in uscita Matuidi e Khedira. Va bene. Pjanic, Bentancur, Rabiot , Ramsey, Can e io auspico Bernardeschi, che esterno non è più, bastano e avanzano.

Ma in attacco? A parte Ronaldo, tutti sono in possibile uscita. Dybala (anche lui vuole capire), Kean, Mandzukic, Costa e Higuain (che partire proprio non vorrebb ). Tutti via, o almeno gran parte. Per prendere chi? Chiesa. Che ha un accordo, con la Juve  ma che Commisso non vuole cedere. E che ci ha messo poco ad entrare nella parte florentina, considerato che ha iniziato   a sfottere la Juve: alè paisà .

 E poi Icardi. Che non gioca praticamente da mesi. Che dall'Inter è stato incatenato alla colonna infame. Che è circondato da un circo mediatico che ha il suo fulcro nella moglie, procuratrice, mamma, soubrette, opinionista Wanda: una mina vagante dagli occhi pastellati di azzurro  e con le “grazie“ sovente esposte a tutto social .

Icardi, che bene ti vada rilevi per 40-50 milioni. Somma con la quale l'Inter potrebbe pagarsi metà Lukaku. Non sembra una grande idea . Ma si fa presto a tirare conclusioni dalla scrivania, con i quattrini ( e i bilanci) degli altri .

Io mi terrei Higuain e Dybala e venderei gli altri. Con l'accortezza di non perdere il controllo su Kean che è un 2000 del quale ancora non è dato sapere le potenzialità .

Ma soprattutto, proverei a fare un minimo di chiarezza. Perché permettendo che le voci più incontrollate si diffondano e da questo o quel medium vengano alimentate, si corre il rischio di passare per quelli che non hanno le idee chiare.

E' vero che Sarri sta valutando i giocatori. Soprattutto quelli che non conosce. Ma sarebbe bene che il neo allenatore della Juve, facesse quanto prima, il punto .

Dalla gara contro l'Inter, sono emerse almeno due cose. La prima : ci vorrà tempo. Molto tempo. Perché la desuetudine al pressing alto appare evidente, soprattutto nei bianconeri di lungo corso. La seconda : interessanti cose nel possesso palla in attacco. Ma il “torello“ per quanto stilisticamente splendente, non può essere fine a se stesso. In attesa di valutare Dybala, l'unica spalla logica per Cristiano Ronaldo, oggi appare Higuain .

Ronaldo: uno che a perdere proprio non ci sta. Mai.

Alla fine vince la Juve ai rigori con penalty decisivo di - guarda un poco - Demiral, autore di un buonissimo secondo tempo. Para alla grande l'eterno Gigi Buffon. Tira  (sfiga) sulla traversa  Bernardeschi. Tira alla luna Rabiot. Capita di centrare il satellite, ma nel “tocco” di Rabiot c'è qualche cosa, per me, di irritante. Il tocco di uno che sembra “piacersi“  troppo. Colpa, probabilmente , dei miei “cattivi“ geni calcistici: alla Benetti.

Contava un tubo, l'Inter davanti ha fatto giocare un talentuoso 2002, ma con l'Inter sempre meglio vincerla . Perché poi sono  "loro“: eternamente eguali .

 La menano con il “geneticamente diverso“. Qualcuno deve aver prezzolato i cinesi vestiti da interisti per far esporre il solito striscione ingiurioso che non infrequentemente appare al Meazza. E la presenza di Conte e Marotta a libro paga di Suning,  diventa “epica“. Ma soprattutto, nell'enfasi tifosa, si arriva a far strame di Omero. Quindi la Juve è come Achille, invincibile, apparentemente, ma con un “tallone“ vulnerabile. Mentre l'Inter è Ettore “umana“, tenace e alla fine vittoriosa.

Manipolazione dell'Iliade. Sulla piana di Troia si scontrano Achille ed Ettore. Il figlio di Priamo combatte valorosamente, poi il Pelide ne fa strame .

Sarà poi  Paride ( guidato dalla Dea e protetto dei merli delle mura ) a scoccare il dardo che ucciderà Achille. Paride: che di cognome, pare, facesse Rossi .