L'IMBOSCATA - Beffa del secolo. Mou, provocatore protetto dalla stampa: speriamo nel sorteggio. La difesa è un caso (da risolvere). Supercoppa a Gedda, che fastidio. James per Dybala? Qualcuno le spara grosse. Benatia pensi a giocare. L'affare Pogba

L'IMBOSCATA - Beffa del secolo. Mou fortunato, intelligente, provocatore e protetto dalla stampa: cosa devono sperare i bianconeri. La difesa è un caso (da risolvere). Supercoppa in Arabia, che fastid
09.11.2018 00:10 di Andrea Bosco  articolo letto 23790 volte
L'IMBOSCATA - Beffa del secolo. Mou, provocatore protetto dalla stampa: speriamo nel sorteggio. La difesa è un caso (da risolvere). Supercoppa a Gedda, che fastidio. James per Dybala? Qualcuno le spara grosse. Benatia pensi a giocare. L'affare Pogba

La rubrica di Andrea Bosco va, questa settimana, in forma di intervista. Ecco quanto raccolto dalla redazione di  Tuttojuve.com 

Buonasera, Bosco: parliamo di Champions cominciando dalla Juventus.
“Contro lo United è andata in scena la beffa del secolo. Un gol, due legni, un probabile rigore ignorato, almeno tre palle gol divorate, un autogol. Ma il calcio è questo: bello, crudele, ingiusto. La Juventus ha dominato, lo United ha vinto. Non con merito ma con il giusto cinismo: indispensabile in Champions. Quello che è mancato alla Juventus. Va sottolineato che la Juventus continua a prendere gol da palla inattiva. Per colpe (portiere compreso) di tutta la difesa".

Ronaldo si è sbloccato anche in Europa 
“Gol meraviglioso che non ha portato punti”.

Peserà questa sconfitta?
"Brucia e brucerà. Ma le grandi squadre - e la Juve lo è – da serate come quella contro il Manchester United, sanno trarre indicazioni. E le giuste motivazioni per risorgere. La qualificazione non credo possa essere in forse“.

 

Mourinho ha sfidato il pubblico
“Mourinho è un uomo intelligente e molto fortunato. Ma anche un provocatore seriale: all'Allianz lo ha confermato. Lo United  ha vinto, la Juve è stata 'polla'. E Mourinho si è portato a casa il grisbi. Fossi un giocatore della Juventus, vorrei pescare in uno dei futuri sorteggi ancora il Manchester United: per far ingoiare a Mourinho la sua arroganza“.

Però è stato insultato per 90' minuti

“E' vero e questo non va bene. Mi dissocio totalmente da chi insulta. Ma dov'è la novità? Buffon è stato fischiato a Napoli. Vidal è stato fischiato e insultato a Milano. Solo per aver indossato la maglia della Juventus. Il tifo ormai è questo: brutto ovunque. Mourinho è votato alla provocazione. Ma i media con lui sono teneri: è un clown, è un attore, fa parte del gioco, è un motivatore . Alla fine lo assolvono, qualsiasi porcata faccia. Perché regala titoli e incrementa l'audience“. 

La Roma ?

“In Champions ha un atteggiamento diverso rispetto al campionato. Vittoria importante quella realizzata a Mosca. Con un pizzico di fortuna nell'episodio del secondo gol viziato da un fuorigioco”. 

Il Napoli ha pareggiato con il Psg.

"Pari che vale oro.  Il rigore è stato rocambolesco ma c'era. E prima il Napoli aveva creato tanto.   Anche fortunato il Napoli, visto che l'arbitro non ha sanzionato un evidente fallo in area ai danni del Psg: i francesi se ne sono lagnati. Il Napoli può qualificarsi. Ma  non deve sbagliare a Liverpool".  

Ha pareggiato anche l'Inter
"Il suo pari vale una miniera di diamanti. Il Barcellona pur privo di Messi e Umtiti ha dominato. Ma nel finale di gara l'Inter trova sempre gol pesanti: non è più un caso. Anche nel girone dell'Inter la classifica è aperta. Ma vedo l'Inter superiore al Tottenham: reputo si qualificherà.

 

Napoli o Inter: chi vede come antiJuve?

“Le vedo alla pari. A differenza di altre recenti stagioni, l'ambiente dell'Inter mi sembra  consapevole del lavoro che sta facendo Spalletti. Il Napoli con Ancelotti ha trovato un tecnico preparato che usa filosofia e umorismo come deterrenti nelle situazioni complicate. La Juve ha qualche cosa in più rispetto alla concorrenza, ma dovrà dimostrarlo con i fatti“.

Prossimo impegno per Allegri, il confronto a Milano contro Gattuso.
“Mi aspetto una Juve furibonda per la sconfitta in Champions. E mi aspetto un grande Ronaldo. Il Meazza è la Scala del calcio dove è vietato steccare“.

 

Azzarda un pronostico?
"Non ci prendo mai. Mi piacerebbe un gol di Pjanic che al Meazza è in credito“.

Juventus e Milan si incontreranno il 16 gennaio 2019 in Arabia Saudita anche per la Supercoppa.
“Provo fastidio venga disputata in un paese coinvolto nel truculento assassinio di un suo cittadino.  E' una pagina orrenda: quell'uomo era un giornalista del Washington Post, trucidato per i suoi articoli“.

Per la stampa francese al Milan arriverà Wenger

“Gattuso è poco mediatico, ma è un ottimo allenatore. Wenger una icona del calcio europeo. Ha il profilo da Milan. Ma per vincere, in Italia, non basta il profilo“.

Un medium spagnolo ha scritto che Icardi a gennaio andrà al Real Madrid
“Quel medium, notoriamente, le spara grosse... “

Si parla di uno scambio a giugno Dybala-James....

“Anche in Italia qualcuno le spara grosse“

Benatia si è lagnato di giocare poco....
“Trovo le esternazioni di Benatia fuori luogo. Ha un contratto fino al 2020: pensi a giocare“.

Soluzione  a gennaio se lo United dovesse accettare uno scambio con Pogba?
“Reputo che Pogba a determinate condizioni possa tornare alla Juve. Ma dovesse entrare nella trattativa Benatia, Paratici dovrebbe cercare un sostituto del valore dell'ex Bayern. E non sarebbe  facile“. 

De Ligt?
“Prima di giugno l'olandese non si muove. Alla Juve piace tanto, ma costa e la concorrenza sul difensore Ajax è folta“ . 

Polemiche arbitrali: tante, nonostante la tecnologia.
“Le considero stucchevoli: da parte degli addetti ai lavori e da parte dei giornalisti“ . 

La Juventus può fare il Triplete?
“Il modo per non conquistarlo è quello di evocarlo continuamente. La Juventus è forte e ha qualità. Ronaldo è una addizione fondamentale. Ma la Juve quest'anno balla in difesa. E questo deve preoccupare Allegri. Io detesto le gare che finiscono 5-4 alla Zeman. Le grandi squadre nascono da una grande difesa. Quella della Juventus, quest'anno, concede troppo. Non è solo questione di attenzione. E' una questione tecnica, di posizionamento, di comunicazione tra portiere e difensori. Di leadership  nel guidarla, la difesa. La Juve deve pensare a questo, non al triplete“

La Juventus femminile, campione d'Italia, sembra aver perso lo smalto della scorsa stagione...
“E' stata asfaltata dal Milan. Nel gioco prima che nel punteggio. I pali non finiscono nel referto dell'arbitro. Credo che l'eliminazione al primo turno di Champions continui a pesare. Di più pesa l'assenza di Rosucci, giocatrice fondamentale. E magari aver rinunciato ad un centravanti che segnava poco ma faceva salire la squadra e consentiva a Bonansea di brillare“. 

Marotta all'Inter come lo vede?
“Un grande colpo per l'Inter“ . 

 

Cosa pensa dello scandalo sul fair play finanziario ?
“Pesantissime  le accuse mosse da  Football Leaks e da Der Spiegel al presidente Fifa Infantino quando era  presidente Uefa. Psg e Manchester City non avrebbero rispettato il fair play finanziario. Ma Infantino non le avrebbe escluse, come da regolamento, dalla  Champions. Penso, tuttavia, che i processi vadano celebrati nelle sedi opportune, non sui giornali. Certo, le accuse a Infantino, se saranno provate, sono gravissime“.

L'Espresso riprendendo l'inchiesta di Football Leaks, ha tirato in ballo anche l'Inter e Mancini .
“Si chiede, l'Espresso, come mai l'Inter pur avendo un passivo di bilancio superiore a quello del Milan, sia stata trattata meglio dall'Uefa, rispetto ai rossoneri. L'Espresso fa le pulci anche ad alcuni compensi ricevuti, attraverso un complicato giro di società, dal Ct Mancini, quando era allenatore del Manchester City. Vicende da maneggiare con cura: non sempre è oro quello che luccica“ . 

Ha visto l'inchiesta di “Report“ sulle infiltrazioni n'dranghetiste nella curva della Juventus?
“L'inchiesta ha offerto meno di quanto aveva promesso. Ma elementi, su cui riflettere e da approfondire, li ha posti. Mi aspetto che Report confezioni presto altre inchieste anche sulle curve di altre società: ha solo l'imbarazzo della scelta“.