Triestina-Juventus 0-1, le pagelle. Dybala splendente, conferme Douglas Costa e Rabiot

17.08.2019 22:30 di Edoardo Siddi Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Triestina-Juventus 0-1, le pagelle. Dybala splendente, conferme Douglas Costa e Rabiot

Szczesny 6.5: chiamato in causa solo una volta, risponde presente alla grande.

Danilo 6: qualche sbavatura in avvio, poi si alza bene alternandosi con Bernardeschi. Qualche pallone interessante in mezzo (61' Cuadrado 6: non entra con brillantezza, ma dà qualche buon pallone ai compagni)

Bonucci 6: attento, senza troppi problematiche chiude l'area (61' Demiral 6: respinge tutto quando serve)

Chiellini 6.5: sembra quasi non doversi mai impegnare troppo, ma quando la palla passa dalle sue parti è sempre sua (61' De Ligt 6: attento come i colleghi)

Alex Sandro 6: copre le spalle a Douglas Costa e gli dà una mano quando serve. Attento in fase difensiva (61' De Sciglio 6: su e giù con ordine)

Khedira 6.5: ordinato, si muove come serve, piegandosi anche lui alle necessità sarriane (66' Emre Can 6: le misure si sono un po' perse, lui rattoppa)

Pjanic 6: soffre la pressione avversaria a tratti e visti i suoi compiti rischia di essere un problema. Cresce alla distanza (66' Bentancur 6.5: sfiora il gol e mette una personalità enorme. Con la consueta eleganza)

Rabiot 6.5: il più brillante del centrocampo. Alza bene il suo raggio d'azione e si rende pericoloso in più di un'occasione. Bene negli inserimenti (66' Matuidi 6: solito impegno, ma pasticcia un po').

Bernardeschi 6.5: si guadagna il rigore da cui sarebbe potuto scaturire il 2-0 e in generale mette enorme impegno in ogni pallone, sia come esterno che come attaccante. Da rivedere qualche scelta (70' Ramsey 6.5: l'esordio più atteso. Corsa, voglia e un assist al bacio per Higuain)

Dybala 7: il rigore sbagliato è una goccia in un mare di qualità. La voglia di dimostrare di poter essere l'attaccante della Juve è quasi tangibile. Combatte, pressa, inventa. E tira fuori un gioiello da urlo per il gol del vantaggio. Splendente (61' Mandzukic 6: pochi minuti al centro, poi di nuovo largo a sinistra. Veleggia adattandosi ai ritmi bassi della ripresa)

Douglas Costa 7: il gol vittoria porta la firma di Dybala, ma tanto per cambiare quando la palla passa dalle sue parti gravità e inerzia sembrano piegarsi alla sua legge. Scattante, imprendibile, se ben incastrato nel macchinario sarriano può rivelarsi letale per gli avversari (66' Higuain 6.5: due lampi, che con un po' di fortuna in più sarebbero potuti essere una doppietta)

All. Martusciello 6.5: la Juve controlla bene la gara e rischia solo quando i tanti cambi fanno un po' perdere le misure. Buone indicazioni dai singoli.