Spal-Juve 2-1, le pagelle. Kean fa il suo dovere come sempre, Dybala non è più lui

13.04.2019 17:05 di Edoardo Siddi Twitter:    Vedi letture
Fonte: inviato al Paolo Mazza
© foto di www.imagephotoagency.it
Spal-Juve 2-1, le pagelle. Kean fa il suo dovere come sempre, Dybala non è più lui

Perin 6: sui gol può poco, risponde presente quando chiamato in causa.

De Sciglio 6: da terzo centrale lavora bene con il fisico e prova a portare su la squadra quando ne ha la possibilità. Non manca qualche sbavatura, ma strappa la sufficienza.

Barzagli 6: tiene bene la retroguardia, facendo da guida a Gozzi e dando una mano anche a De Sciglio. Fa valere tutta la sua esperienza (81' Bernardeschi sv)

Gozzi 6.5: se le gambe avessero tremato sarebbe stato assolutamente normale, invece lui ci mette sicurezza e responsabilità. Non perfetto sul gol del 2-1 della Spal, ma è l'unica imprecisione in un grande esordio.

Spinazzola 5.5: non brilla. Bravo a dare una mano a Gozzi in copertura, ma in avanti non va oltre qualche spunto. Considerando quanto fatto vedere nelle ultime settimane poteva fare di più.

Cuadrado 6: rientrava dopo tanto tempo, non può essere brillante. Prova con qualche strappo a ribellarsi all'andamento della gara, ma alterna cosa buone ad altre decisamente meno positive. Buona notizia i 90 minuti.

Bentancur 6: dirige lui il centrocampo. Lo fa in generale bene, pur con qualche sbavatura.

Kastanos 5.5: rimane, per tutta l'ora in cui resta in campo, un corpo avulso dal gioco bianconero. Fatica a trovare posizione e non fa mai vedere la sua qualità, facendosi anche spostare con troppa facilità da Bonifazi in occasione del gol del pari ferrarese. Facciamo valere l'attenuante dell'inesperienza. (61' Nicolussi Caviglia 6: entra bene in campo e sfiora anche il gol con un bel tiro dalla distanza. Si fa però anticipare sul gol del 2-1 ed è un errore che non si può ignorare. Dagli errori, però, si impara)

Cancelo 6.5: l'unico a dare la sensazione di poter sempre creare qualcosa. Dal suo mancino nasce il gol di Kean. Non è un assist, ma senza dubbio si prende una buona percentuale del merito della rete.

Dybala 5: era l'uomo con più qualità in campo, il campione stellato che doveva snocciolare calcio. Invece si muove spesso lontano dalle zone dove potrebbe essere pericoloso, sbagliando tanto e mostrandosi anche nervoso. La Joya non brilla più.

Kean 7: trasforma in gol tutto ciò che tocca. Vuole la rete, la cerca con la consueta grinta combattendo con Vicari e Bonifazi e poi è lei a trovare lui. Cancelo calcia, lui è sulla strada del destino e ha la prontezza di capirlo e indirizzare il pallone alle spalle di Viviano. Il solito Moise. (70' Mavididi 5.5: ci prova, ma trascinare una Signora così pesante non è semplice)

All. Allegri 5.5: squadra rimaneggiata, ma aver perso lo scudetto dopo essere passati in vantaggio resta un grande peccato. Testa all'Ajax ovviamente, però i ko non fanno mai piacere e il voto va dato per questa partita, in cui la Juve non è stata brillante. Bene l'esordio dei giovani.

L'AVVERSARIO

Spal (3-5-2): Viviano 6; Cionek 6.5, Vicari 6, Bonifazi 7; Missiroli 6, Murgia 6, Schiattarella 6.5 (70' Valdifiori 6), Lazzari 6.5, Fares 6.5; Petagna 6 (88' Antenucci sv), Floccari 7 (84' Regini). All. Semplici 7