Morata super bomber, Chiesa devastante. Rabiot, finalmente! Kulusevski, non ci siamo

06.03.2021 22:55 di Giovanni Spinazzola Twitter:    Vedi letture
Morata super bomber, Chiesa devastante. Rabiot, finalmente! Kulusevski, non ci siamo
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Szczesny 6,5: risponde sempre presente quando chiamato in causa; incolpevole sul gol, in almeno due occasioni è decisivo.   

Cuadrado 6: al ritorno dopo l'infortunio, il colombiano perde subito un pallone sanguinoso che potrebbe costare caro. Meglio con il passare dei minuti. 

(Dal 69' Arthur 6: entra a mettere benzina nelle gambe in vista della Champions)

Demiral 6,5:  è una statua, impressionante. Il turco ci mette sempre il fisico, va a contrastare tutti e spesso ne esce vincitore. 

Danilo 6,5: è una sorta di calciatore multiuso. Gioca in ogni ruolo possibile ed immaginabile, anche centrale di centrocampo. Buona prova. 

Alex Sandro 6,5:  fascia da capitano al braccio, il brasiliano innesca un bel duello con Lulic. Ne esce quasi sempre vincitore. 

Chiesa 7,5: semplicemente devastante. Quando ha palla al piede sai già che qualcosa di molto interessante nascerà. Meriterebbe il gol, si deve accontentare di un solo assist. 

(Dall'82' Bonucci s.v.)

Rabiot 7: il francese, finalmente, gioca ai livelli che ci si aspetta da lui. Un gol con un tiro scagliato con estrema potenza ed una gara a tutto campo, sempre pronto a fare la cosa giusta. Ottima prova. 

Ramsey 6,5: una buona gara per il gallese che dà un buon apporto al centrocampo bianconero. 

(Dal 69' McKennie 6: sfiora subito il gol su invito di Ronaldo. La sua presenza in mezzo al campo si fa sentire)

Bernardeschi 6: alterna cose buone ad altre decisamente meno. Nonn sfigura, ma spesso sembra limitarsi al compitino. 

Kulusevski 5,5: l'errore che commette in occasione del gol biancoceleste è da matita blu e potrebbe pregiudicare la gara. Si riprende, o almeno ci prova, ma non trova mai lo spunto giusto. 

(Dal 90'+2 Di Pardo s.v.)

Morata 8: tanto movimento, gioca per i compagni e segna pure una doppietta che, di fatto, sancisce la vittoria della Juve. 

(Dal 69' Ronaldo 6: di fatto entra a gara finita ed è poco più di allenamento per lui)