Juventus-Sassuolo 3-1, le pagelle dei bianconeri: Danilo leader, Kulu non hai una via di mezzo. Ramsey salva la sua Old Lady

10.01.2021 23:20 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
Juventus-Sassuolo 3-1, le pagelle dei bianconeri: Danilo leader, Kulu non hai una via di mezzo. Ramsey salva la sua Old Lady
TuttoJuve.com
© foto di www.imagephotoagency.it

SZCZESNY 6 - Spettatore non pagante per buona parte dell'incontro, non può nulla sulla conclusione ravvicinata di Defrel e si sporca i guantoni sul tiro del giovanissimo Oddei. Oltre non poteva fare.

DANILO 7 - Il leader difensivo di serata. E non può essere definito tale. Un gol, il secondo in carriera al Sassuolo, e un assist al bacio in stile Bonucci a Ronaldo per il 3-1 finale. Non sono soltanto i momenti a sorridere al brasiliano, ma è proprio l'atteggiamento che è completamente l'opposto rispetto allo scorso anno. E chissà se c'è ancora qualche tifoso che rimpiange Cancelo.

BONUCCI 5.5 - Condizionato un po' dal cartellino giallo rimediato ad inizio gara, a Leo inizia a mancare un po' di concentrazione. L'esperienza si fa sentire in positivo, ma non è sufficiente per evitare il gol di Defrel che lo brucia in un fazzoletto.

DEMIRAL 6 - Più pericoloso in zona offensiva che difensiva, dove però in quest'ultima parte di campo offre sempre la sua presenza e fa quel che può per contrastare i contrattacchi avversari. Nell'attesa di dover fronteggiare il panzer Lukaku la prossima settimana, la sua prestazione raggiunge la sufficienza.

FRABOTTA 6.5 - C'è qualche errore, perché non è la partita perfetta, ma l'abnegazione e la voglia di questo ragazzo è ammirevole. Oggi ha corso su tutto il fronte offensivo, lo trovavi a tu per tu con Consigli e poi subito a rinculare per contrastare l'avversario in fase difensiva. Il pallone messo in mezzo a Ramsey è un bijou che andava solamente scartato.

CHIESA 6 - Già in avvio non è devastante come a San Siro, ma nel momento in cui inizia a carburare però è toccato duro da Obiang. Quell'intervento lo limita fortemente, nella ripresa prova a farsi vedere ed è incisivo solo nel palo colpito a metà ripresa. 

Dall'85' BERNARDESCHI sv

ARTHUR 6 - Bravo nello smistare il pallone, sicuro nell'agire davanti alla difesa e nel rincorrere l'avversario, ma gli manca un po' l'apporto in fase offensiva. La notizia è che Arthur si sta però adattando al calcio italiano, in attesa di vedere davvero chi è quel giocatore che aveva incantato il Gremio e aveva fatto spendere a Messi, non un signor qualunque, un paragone importante con Xavi.

BENTANCUR 5.5 - Nel complesso non incide, il talento uruguagio sembra soffrire molto la posizione nel centrocampo a due dove le sue doti di interditore non riescono a risplendere completamente. Si fa ammonire nel tentativo di bloccare la ripartenza di Djuricic.

Dal 45' RABIOT 6 - Subentrato al posto di Bentancur, Rabiot è più quantità che qualità nel momento in cui deve fornire equilibrio al centrocampo. Ma può dare certamente di più.

MCKENNIE 6.5 - Fino all'ultimo secondo in cui è restato in campo, l'americano stava giocando davvero bene. La speranza è che non sia nulla di grave, visto che nel giro di pochi giorni per la squadra bianconera ci saranno le importanti sfide con Inter e Napoli.

Dal 18' RAMSEY 6.5 - Stasera ha salvato la sua Old Lady, perché il suo gol è di vitale importanza per il prosieguo del campionato. La sua partita non è eccezionale, a volte sembra gli manchi il coraggio. Come nell'azione degli ultimi minuti della prima frazione, dove preferisce servire Kulu invece di calciare a botta sicura. E' l'equilibratore che serviva a questa squadra.

Dall'85' MORATA sv

DYBALA 6 - Partita onesta quella dell'argentino, molto sacrificata nel limitare Locatelli in fase di impostazione. Pregevole il ripiego difensivo che gli costa l'infortunio, sperando come nel caso di McKennie che non sia nulla di grave.

Dal 42' KULUSEVSKI 6.5 - Da strigliare e da abbracciare, non c'è una via di mezzo. Perché nella prima frazione, forse entrato troppo a freddo, non è lucido nel portare in vantaggio i suoi. Poi nel secondo tempo inizia a deliziare la platea televisiva, in particolare con quella palla magica regalata a Ronaldo poi sprecata. Stasera, sicuramente, Dejan si avvicina eccome ad un posto da titolare.

RONALDO 6 - Non è il solito killer, ma aggiorna comunque le sue statistiche. Un passo in avanti rispetto alla prestazione con il Milan, ma chissà se domenica sera nello stesso stadio non riuscirà a riscattarsi. D'altronde Cristiano vive per serate come queste.