Primo gol per Luca Clemenza: il salto tra i grandi e la voglia di prendersi il futuro

12.12.2017 17:20 di Edoardo Siddi Twitter:   articolo letto 20436 volte
Primo gol per Luca Clemenza: il salto tra i grandi e la voglia di prendersi il futuro

Senza quel terribile infortunio, Luca Clemenza avrebbe iniziato la sua corsa con i grandi con almeno un anno di anticipo. Inutile, però, piangere sul latte versato. Le cose sono andate così e il classe '97, l'anno scorso capitano e trascinatore della Primavera della Juve, ha vissuto il salto tra i grandi in questa stagione. Ha scelto, dopo aver valutato tante proposte, la maglia dell'Ascoli, sempre bianconera, dove ha ritrovato il suo amico Favilli. L'avvio è stato complesso per ovvi motivi: per un giovane farsi strada in Serie B non è mai facile e il momento no dell'Ascoli ha ulteriormente complicato le cose. Lui, anche nelle serate peggiori, però, è sempre riuscito a dire la sua.

Luca, che ha dovuto abbandonare il suo '10', ha saputo capire il momento, accettare le esclusioni e giocarsi al massimo tutte le chance, in qualsiasi posizione di campo. Testa bassa e pedalare, il lavoro e il sacrificio come unica arma. E sabato è arrivata la gioia del primo gol, dopo 4 assist messi a segno nelle precedenti gare. Gol che coincide con l'arrivo in panchina di Cosmi, quasi a voler inaugurare un nuovo corso per sé stesso e per i marchigiani. 

La Juve lo osserva, monitora progressi e difficoltà e lui per adesso si sta giocando alla grande le sue carte in una situazione estremamente complicata. L'impatto è stato buono, ma nel calcio è sempre più importante quello che si farà in futuro rispetto a quello che si è fatto in passato. E allora sarà fondamentale chiudere alla grande il 2017 con la testa già al 2018. Che deve essere il suo anno.