ESCLUSIVA TJ - Villiam Vecchi: "Rosa Juve pazzesca, Pirlo vincerà il decimo. Gli scongiuri contro Cristiano non funzionano. Buffon? Forse vorrà giocare insieme a suo figlio..."

02.12.2020 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Villiam Vecchi: "Rosa Juve pazzesca, Pirlo vincerà il decimo. Gli scongiuri contro Cristiano non funzionano. Buffon? Forse vorrà giocare insieme a suo figlio..."
TuttoJuve.com
© foto di Image Sport

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l'ex preparatore dei portieri bianconero e delle squadre allenate da Carlo Ancelotti, Villiam Vecchi, per parlare approfonditamente di Cristiano Ronaldo e non solo:

Come si può definire l'avvio di stagione di Cristiano?

"Quest'anno è partito a bomba, decisamente più forte di quanto già ci aveva abituati. Solo qualche problema di salute lo ha fermato, altrimenti a quest'ora avrebbe già stravinto la classifica cannonieri. E' il solito di Cristiano di sempre, non ci sono più parole per definirlo. E' anche appena stato annunciato come il miglior calciatore del 2020".

E tra i suoi gol già realizzati, c'è quello che spicca molto bello al Cagliari. Riesce a prenderla con una coordinazione davvero magistrale.

"I gol di Cristiano sono sempre belli e, soprattutto, importanti per le vittorie della Juve. Facciamo un esempio: quando insegni un nuovo gioco ad un gruppo di bambini, ci sarà sempre qualcuno che lo apprenderà per primo. Metaforicamente, lui rappresenta quel bimbo con una dote naturale che imparerà sempre prima degli altri. Altrimenti come faceva ad arrivare a quelle cifre".

Effettivamente, domani può raggiungere quota 750 in ogni competizione disputata tra club e nazionale. Per te arriverà?

"Penso di sì, è solo una questione di tempo. E non si fermerà lì, vedrete. Gli scongiuri contro di lui non funzionano".

In Italia hai visto un miglioramento delle sue qualità?

"Più che migliorato, Cristiano da ragazzo intelligente si è saputo adattare perfettamente ad un gioco differente come quello italiano. Mi riferisco in particolare alle difese, sono molto più organizzate ed arcigne rispetto a quelle spagnole o inglesi. Ha già dimostrato di poter fare più di 30 gol, dovesse continuare così può arrivare anche alla quarantina come al Real Madrid".

Record a parte, il suo obiettivo è quello di accompagnare la Vecchia Signora verso l'obiettivo Champions.

"Quello è un sogno che tutti i tifosi della Juventus cullano da tanti anni. Spero che questo sia l'anno giusto, in particolare per lui ma anche per Andrea e Gigi che conosco da una vita. Ci rendiamo conto che quest'ultimo non l'ha mai vinta? E' pazzesco. Ma forse vuol giocare fino a cinquant'anni e ritrovarsi in squadra con suo figlio (sorride ndr)".

Che idea ti sei fatto di tutti questi rumors che lo vogliono lontano dalla Juventus?

"Una settimana torna al Real Madrid, un'altra ancora va al Bayern Monaco o in Inghilterra. Ho conosciuto Cristiano nell'esperienza al Real, credo fortemente che rispetterà il suo contratto con la Juventus. E' una persona concreta e non ballerina, lo sta dimostrando anche alla Juventus".

Come lo vedi Pirlo in veste di allenatore dall'altra parte della barricata?

"Ammetto un po' di stupore quando è stato annunciato, fino adesso non si sta comportando affatto male. E poi questo è anche un anno particolare, le squadre non hanno avuto il tempo di fare il pre-campionato e di provare le diverse soluzioni tattiche. Critiche? Quando alleni la Juventus e non riesci a vincer sempre, le critiche non mancano. L'importante è che continui a lasciar parlare i risultati, in Champions stasera giocherà con la qualificazione già in tasca e in campionato è leggermente dietro al Milan. Siamo solo alla nona giornata, mica alla trentesima".

Il destino a volte è strano, perché l'avventura di Pirlo alla Juve doveva iniziare in un'altra squadra.

"Chiaramente all'U23 avrebbe fatto un altro tipo di percorso, ma ha dimostrato molto coraggio nell'accettare un carico così importante. Andrea è una persona intelligente, anche da calciatore era sempre calmo, tranquillo e rilassato. Non so come sia ora all'interno dello spogliatoio, ma ho conosciuto un Andrea Pirlo spiritoso e divertente. Sembrava uno a cui non importasse nulla, invece non sapete quanto le sue battute facevano morir dal ridere".

Per te riuscirà a vincere il campionato?

"Sì, la rosa della Juventus è pazzesca e molto forte. Andrea riuscirà a vincere il decimo di fila, sono sicuro di questo. E, in più, sarà uno dei pochi a vincere lo scudetto, all'interno dello stesso ciclo, da calciatore ed allenatore".

Si ringrazia Villiam Vecchi per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.