ESCLUSIVA TJ - Ripa (ex team manager Fiorentina): "Bernardeschi in Nazionale? Vi spiego perchè. Chiesa meglio esterno. Vlahovic fenomeno, ma..."

31.05.2021 16:00 di Luca Cavallero   Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Ripa (ex team manager Fiorentina): "Bernardeschi in Nazionale? Vi spiego perchè. Chiesa meglio esterno. Vlahovic fenomeno, ma..."
TuttoJuve.com
© foto di Image Sport

Riguardo alla convocazione di Federico Bernardeschi e al rendimento esponenziale di Federico Chiesa in bianconero, la redazione di TuttoJuve.com ha intervistato in esclusiva Roberto Ripa, ex team manager della Fiorentina.

Come commenti la definitiva convocazione di Bernardeschi in Nazionale? Ti ha stupito?

"No, perchè lui è sempre stato nel giro della Nazionale. Può colpire l'esclusione di Kean, ma Mancini ha sempre fatto grande affidamento su Federico".

Lo conosci anche caratterialmente: ti hanno colpito le sue dichiarazioni post San Marino?

"Vedendo le partite della Juve lui è sempre stato impiegato da quinto. Secondo me è più un esterno alto".

Esterno offensivo nel 4-3-3 o trequartista nel 4-2-3-1?

"Sì, esatto. Secondo me rende maggiormente se meno esposto ad obblighi difensivi".

Ritieni che Allegri, che lo prese da voi nel 2017, sia il profilo giusto per rilanciarlo?

"Sì, secondo me con Allegri può far bene. Fu lui a volerlo e fu lui a plasmarlo".

E Chiesa? In cosa potrebbe migliorare con Allegri?

"E' reduce da una stagione straordinaria. Per me potrebbe segnare ancora più gol".

Dal tuo punto di vista potrebbe giocare maggiormente avanzato?

"Sì, da noi ha fatto anche la seconda punta, ma per me è uno che - per esaltarsi - ha bisogno della linea laterale".

Chiosa su Vlahovic: a tuo giudizio è pronto per la Juve o gli occorre ancora una stagione di rodaggio con Gattuso a Firenze?

"E' un classe 2000 che ha fatto 21 gol in Serie A: stiamo parlando di un talento assoluto. Bisogna andarci cauti però: sicuramente approderà in un club di maggior blasone, ma un altro anno di assestamento con Gattuso potrebbe fargli bene":

Si ringrazia Roberto Ripa per la cortesia e per la disponibilità dimostrate in occasione di questa intervista.