ESCLUSIVA TJ - Laura Barriales: "Tifosi hanno finito la pazienza, situazione Champions compromessa. Allegri? Per me la Juve ha pensato all'esonero. Sento la mancanza di Dybala..."

28.09.2022 13:30 di Mirko Di Natale Twitter:    vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Laura Barriales: "Tifosi hanno finito la pazienza, situazione Champions compromessa. Allegri? Per me la Juve ha pensato all'esonero. Sento la mancanza di Dybala..."
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

La redazione di TuttoJuve.com ha contattato telefonicamente, in esclusiva, la showgirl ed ex volto di Juventus TV, Laura Barriales, per parlare approfonditamente della Juventus e nn solo:

Ti aspettavi una Juventus così in difficoltà ad inizio stagione? Quale è il tuo punto di vista sul momento delicato che stanno vivendo i bianconeri?

"Sicuramente non mi aspettavo una Juventus cosi in difficoltà, soprattutto dopo un mercato che sulla carta poteva essere interessante. Gli acquisti più importanti, Pogba e DiMaria, sono fuori per infortunio e non si sono praticamenti mai visti, ma questo non deve essere un alibi. Di certo non fare nemmeno un tiro in porta con squadre di bassa classifica e subire il loro gioco, non ha proprio scusanti!".

Ad aprile mi dicevi che la pazienza era finita, oggi come è la situazione? E' la stessa da parte tua?

"Abbiamo visto che da parte dei tifosi è finita da un pezzo, e il finale della partita col Monza ne è la prova tangibile. Ci vuole una inversione di marcia bella decisa, sempre che non sia già troppo tardi come ad esempio in Champions dove la situazione sembra già gravemente compromessa".

Resti comunque fiduciosa? Già dal Bologna si potrà vedere un cambiamento di atteggiamento e un miglioramento del gioco proposto?

"Non credo la situazione possa cambiare radicalmente da una giornata con l'altra, penso ci siano problemi interni ben più profondi: è come se i giocatori fossero in un limbo senza sapere cosa fare e mi sembra, visto dall'esterno, che ci sia molta confusione anche nelle dichiarazioni. Questo crea insicurezza nei giocatori e in campo si vede".

Giusto, da parte della dirigenza, non prendere in considerazione l'idea di esonerare Massimiliano Allegri?

"Io non sono cosi sicura che non l'abbiano preso in considerazione; penso invece a valutazioni fatte più complesse e generali, non solo tecniche ma anche economiche. Certo è che, in ogni caso, non si può compromettere una stagione già ad ottobre

La "rinascita" bianconera da dove comincerà? Dai gol di Vlahovic? Dal ritorno di Pogba? Dalla solidità difensiva?

"Deve ricominciare dalla voglia di vincere e di lottare su ogni pallone, la squadra deve avere un identità che finora non si mai vista. Isingoli da soli possono fare ben poco, come del resto si è già visto. Il calcio è in continua evoluzione ed è cambiato rispetto a 5/6 anni fa, oggi ogni squadra deve avere un identità ben precisa prima di tutto".

La Juve ha cambiato tanto in estate, da chi ti aspetti di più dai nuovi arrivati?

"Dirlo ora è difficile visti gli infortuni, è chiaro che tutti si aspettano molto da Pogba e Di Maria. Ma anche il ritorno di Chiesa, che equivarrà ad un nuovo acquisto. Però mi faccio una domanda: come sarà il rientro per Pogba e Di Maria dopo il Mondiale? A mio avviso, ci sono troppe incognite".

Si sente la mancanza di un giocatore come Paulo Dybala?

"Per quanto mi riguarda, ora come ora, la mancanza di un giocatore come Dybala si sente eccome: manca totalmente fantasia e un uomo capace di risolvere la partita con una sola giocata. Quindi la mia risposta è sì".

Per te, a fine anno, la Juve vincerà nuovamente il campionato?

"Difficile, molto difficile, ma non impossibile, visto che tutte le squadre stanno subendo delle battute d'arresto; Per il gioco espresso, ad oggi, le mie favorite sono Milan e Napoli; ma vedremo se alla lunga reggeranno entrambe".

Si ringrazia Laura Barriales per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.