ESCLUSIVA TJ - Gigi Simoni: "Mi auguro nessun veleno in Juve-Inter, questa squadra è come il 'Grande' Torino, Faccio il tifo per loro in Champions. E su CR7..."

04.12.2018 11:30 di Mirko Di Natale Twitter:   articolo letto 35466 volte
© foto di Federico De Luca
ESCLUSIVA TJ - Gigi Simoni: "Mi auguro nessun veleno in Juve-Inter, questa squadra è come il 'Grande' Torino, Faccio il tifo per loro in Champions. E su CR7..."

In vista di Juventus-Inter, il derby d'Italia, la nostra redazione ha contattato telefonicamente, in esclusiva, l'ex calciatore bianconero ed allenatore nerazzurro, Gigi Simoni:

Che partita sarà Juventus-Inter?

"Vedo difficile che possa maturare un risultato diverso da una vittoria dei bianconeri. L'Inter è una squadra molto tosta, ha temperamento e in rosa ha molti campioni; ma se dovessi attenermi a ciò che ho visto quest'anno, il pensiero è che la Juventus vince sempre. Bisogna prenderne atto. C'è poco da fare contro di loro, la si può battere soltanto con un po' di fortuna (sorride ndr): il Genoa ad esempio è riuscito a fare un punto a Torino, il Manchester ha trionfato ma la sorte li ha ben assistiti".

Quale è il suo augurio per questa sfida che è sempre carica di rivalità accese e forti veleni?

"Il mio augurio è che questa sfida tra Juventus ed Inter possa esser ricordata a lungo per le giocate dei grandi campioni e non per i veleni fuori dal campo".

Quale è la sua impressione su questa Juventus?

"La Juventus è uno schiacciasassi, ha vinto tutte le partite a parte un pareggio e l'impressione non può che esser positiva. E' una squadra che con Ronaldo è diventata impossibile da affrontare, ha costruito nel corso del tempo una formazione ineguagliabile. Gli altri anni erano bravi mentre ora sono bravissimi. I suoi successi sono tutti meritati, la squadra è composta tutta da grandi campioni".

C'è Ronaldo, ci sono i grandi campioni: ora manca solo la Champions. E' un po' questo il suo leitmotiv, no?

"Sì è vero, poi questa è un'annata in cui la Juventus può dire la sua in Europa. E' la più forte di tutte. In genere, i top team sono formati, quantitativamente, più da buoni che da grandi giocatori ma qui è il contrario. La rosa bianconera è composta da più di venti grandi campioni, l'allenatore si diverte tanto a cambiare proprio per questo motivo. I panchinari sarebbero titolari in ogni squadra d'Italia. Io faccio il tifo per loro, spero davvero che questa volta la sorte li possa assistere. E' da anni che non vinciamo questa coppa benedetta".

Le statistiche dicono che Ronaldo, Cristiano, ha fatto più gol del suo omonimo brasiliano. Sono due campioni di epoche diverse, ma può esserci un termine di paragone?

"E' difficile dar dei giudizi su giocatori di epoche diverse. Cristiano Ronaldo è un giocatore determinante e può far gol in qualsiasi momento esattamente come faceva il 'mio' Ronaldo. Con lui, ora, la Juve è una squadra completa. E non ne ricordo tante così in più di sessanta anni di calcio. C'era il Milan di Nereo Rocco, il 'Grande' Torino e poi c'è la 'Grande' Juventus che è sicuramente più forte di quella che ho affrontato io ed era composta da Zidane, Del Piero, Inzaghi".

Si ringrazia Gigi Simoni per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.