ESCLUSIVA TJ - Galbiati: "Juve-Milan partita tosta. Fui io a dare l'ok definitivo per Ibra in bianconero. Che sfida tra lui e CR7!"

08.05.2021 16:44 di Luca Cavallero   Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Galbiati: "Juve-Milan partita tosta. Fui io a dare l'ok definitivo per Ibra in bianconero. Che sfida tra lui e CR7!"
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Riguardo all'imminente Juventus-Milan, la redazione di TuttoJuve.com ha intervistato in esclusiva Italo Galbiati, ex vice-allenatore tanto bianconero (2004-2006), quanto rossonero (1981-1998).

Juve-Milan: che tipo di match si aspetta?

"Una partita tosta e difficile. Non è un match dall'esito scontato per tutte e due le squadre".

Auspicava un inizio di carriera migliore per quanto riguarda il Pirlo allenatore?

"Da calciatore è impossibile discutere il valore di Pirlo. Da allenatore avrà tempo per fare il suo percorso e migliorarsi: ha appena cominciato".

In bianconero ha allenato Buffon. si aspettava una continuità del genere? Può ancora continuare a giocare ad alti livelli?

"Assolutamente sì. Giocatori di questa caratura devono decidere da soli quando è ora di smettere. Per me Gigi è ancora affidabile".

E Chiellini, lanciato proprio da Lei e Capello alla Juve?

"E' straordinario anche lui. Finchè se la sentono di continuare è giusto che continuino, così come è giusto che la società li ascolti a riguardo".

Juve-Milan sarà anche Ronaldo contro Ibrahimović, scoperto da voi nell'ormai lontano 2004...

"Che giocatori! Qui siamo in un livello superiore, diverso d atutti gli altri calciatori!".

Cosa la colpì del primissimo Ibra?

"Ricordo che Capello mi mandò a vederlo a Stoccolma con l'Ajax: io rimasi stupito. Era giovane, ma del suo livello non ne avevo mai visti. Diedi subito l'ok al mister e lo portammo a Torino. Ricordo che ero io a portarlo nel campo di fianco, dopo gli allenamenti con la squadra, per migliorare a calciare".

La stupisce che trascini ancora il Milan in età così avanzata?

"No, Ibra può e deve giocare fino a quando vorrà".

Si ringrazia Italo Galbiati per la cortesia e per la disponibilità dimostrate in occasione di questa intervista.