ESCLUSIVA TJ - Cuccureddu sul successo in Coppa Italia: "Stiamo festeggiando, è la vittoria della società. Pirlo merita la riconferma. E se la Juve avesse giocato sempre così..."

20.05.2021 13:30 di Mirko Di Natale Twitter:    Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Cuccureddu sul successo in Coppa Italia: "Stiamo festeggiando, è la vittoria della società. Pirlo merita la riconferma. E se la Juve avesse giocato sempre così..."
TuttoJuve.com

"Ultimamente ero un po' deluso, ma ora stiamo festeggiando. Sono contento perché finalmente abbiamo visto la Juventus che tutti si aspettavano". Pensieri e parole di Antonello Cuccureddu, storico ex calciatore bianconero dal 1969 al 1981 e allenatore del settore giovanile dal 1988 al 1991, per parlare approfonditamente della vittoria della Coppa Italia e non solo:

Quale è il tuo giudizio sulla Juventus vista al Mapei?

"Nel complesso mi è piaciuta, l'Atalanta ormai rappresenta il top in Italia e non è mai facile batterla. E' una squadra che ha costruito due palle gol in cinque minuti, ha giocato un primo tempo intenso e non ha mai mollato. Poi è salita in cattedra la Juve nella ripresa, lo spirito era diverso e l'ho vista più convinta dei propri mezzi. Il gol nasce da una giocata sontuosa di Kulusevski, Chiesa che era stato fermato dal palo è stato il match winner. Diciamo la verità: se la Juventus avesse giocato quasi sempre così, a quest'ora non ci dovremo preoccupare dell'accesso in Champions".

Chi è che ti ha convinto di più?

"E' sbagliato premiarne solo uno, a me è piaciuta tutta la Juventus nella ripresa. Ho visto i giocatori in salute, grintosi, in forma, molto più corta del solito. Questa è la vittoria della società, di Pirlo e del suo staff, dei giocatori, della dirigenza e dei tifosi stessi".

Sei rimasto stupito dall'assenza dal primo minuto di Dybala?

"Ormai non mi stupisco più di nulla, Pirlo l'ha letta così ed ha avuto ragione visto come si è comportato Kulusevski. E meno male che non ha cambiato prima Chiesa, visto il gol straordinario che ha fatto (sorride ndr)".

Con la conquista della Coppa Italia e il possibile quarto posto che potrebbe arrivare domenica, Pirlo è da riconfermare?

"Per me sarebbe da riconfermare, specialmente se Pirlo dovesse ottenere anche l'accesso in Champions. Questo è il momento di lasciarlo lavorare tranquillo, basta con le critiche. La posta in palio è davvero alta. Gli errori nel calcio ci saranno sempre, non è che possiamo sempre dare la colpa all'allenatore. Lui è concentrato per finire al meglio questo finale di stagione".

Si ringrazia Antonello Cuccureddu per la cortesia e la disponibilità dimostrata in occasione di questa intervista.