ESCLUSIVA TJ - Alberto Marchetti: "Ronaldo non salta più l'uomo. Paratici doveva prendere Haaland e Hakimi! Contro il Cagliari match aperto"

11.03.2021 13:30 di Luca Cavallero   Vedi letture
ESCLUSIVA TJ - Alberto Marchetti: "Ronaldo non salta più l'uomo. Paratici doveva prendere Haaland e Hakimi! Contro il Cagliari match aperto"
TuttoJuve.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Riguardo all'attualità in orbita bianconera e all'imminente Cagliari-Juventus, la redazione di TuttoJuve.com ha intervistato in esclusiva Alberto Marchetti, ex calciatore tanto sabaudo (1976-1977), quanto rossoblù (1977-1983).

Come commenti l'eliminazione della Juventus dalla Champions?

"Premesso che per me il rigore di Demiral non c'era, non ci sono scusanti: la Juve ha giocato per oltre un'ora con un uomo in più... Nonostante questo, i bianconeri non sono riusciti a segnare nemmeno un gol al Porto".

Quali sono, a tuo giudizio, le maggiori problematiche?

"Alla Juve ci sono giocatori che non c'entrano proprio niente. Mi riferisco ad Alex Sandro e anche a Bonucci. A centrocampo qualche buona individualità c'è, ma manca una struttura d'insieme. La Juve sembra una somma di singoli giocatori, non una squadra con un'idea di gioco".

Sul banco degli imputati è finito anche Cristiano Ronaldo. Tu lo rinnoveresti?

"Assolutamente no! Non salta più l'uomo, è un giocatore statico. Se non gli arrivano i palloni non riesce a fare gol, come abbiamo visto contro il Porto".

Hai parlato di una Juve mal-allestita: dal tuo punto di vista una percentuale di colpe è attribuibile anche a Paratici?

"Assolutamente sì! Haaland e Hakimi erano da prendere al volo: facevi due investimenti da 40 milioni ciascuno e ti portavi a casa due giovani promettenti, per il prossimo decennio... Inoltre anche sull'acquisto ed alto ingaggio di Paratici ho qualche perplessita".

Domenica la Juve affronterà il Cagliari, tua ex squadra. Che partita ti aspetti?

"Non saprei. Sicuramente aperta: fare gol all'attuale Juve non è impresa ardua".

Da quali pericoli dovranno guardarsi maggiormente i bianconeri?

"Sicuramente da Joao Pedro: è un giocatore dinamico e imprevedibile. Inoltre con Semplici i rossoblù hanno cambiato marcia".

Si ringrazia Alberto Marchetti per la cortesia e per la disponibilità dimostrate in occasione di questa intervista.