Gazzetta - Ennesimo duello tra Inter e Juve

13.08.2019 08:30 di Redazione TuttoJuve Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Gazzetta - Ennesimo duello tra Inter e Juve

Su Gazzetta spazio alla nuova sfida tra Inter e Juventus. Si apre un nuovo fronte. E porta dritto in Chiesa. L’Inter si inserisce, o meglio torna a inserirsi, nel corteggiamento per ora non concretizzatosi della Juve all’esterno della Fiorentina. Lo fa con forza, mettendo le basi per un’operazione che possa portare Federico Chiesa a Milano nella stagione 2020-21. Un affare per la prossima estate: in questa non ci sono le condizioni, non ci sono necessari fondi a disposizione e soprattutto non c’è la volontà del nuovo proprietario viola Commisso di vendere. Marotta conta su rapporti ottimi con la nuova proprietà viola, che invece ha dovuto subire le mosse della Juventus e gestire il conseguente malumore dell’azzurro. Dall’altra conta di sfruttare la delusione dello stesso Federico, che si aspettava che la Juve si muovesse prima e con più forza per portarlo a Torino. Nei prossimi mesi lavorerà quindi con papà Enrico per prospettargli un ruolo centrale nel futuro interista, contando anche sul fattore-Conte e magari su un nuovo status (da candidata al titolo) della squadra, l’Inter però deve cedere Dalbert, che ha estimatori in Francia (viola non convinti dell’ipotesi scambio). Punta a parte, il terzino sarebbe una delle due ultime operazioni interiste di quest’anno. L’altra è un sesto centrocampista centrale, ma con un’operazione low-cost. Con oltre 170 milioni spesi sul mercato, l’eventuale cessione di Icardi servirà per ribilanciare parzialmente i conti economici. L’investimento Ma il prossimo grande investimento sarà per Chiesa nell’estate 2020 e Marotta sta mettendo le basi già ora: Commisso vorrebbe costruire la Fiorentina intorno a lui, ma il ragazzo ha voglia di palcoscenici Champions. Il suo contratto è in scadenza nel 2022, guadagna 1,7 milioni l’anno e,a 22 anni da compiere, può accettare di fare un altro anno in una Fiorentina rinnovata consolidando la sua crescita. Al tempo stesso il d.s Pradé può programmare la sostituzione dell’esterno, contando su una plusvalenza da 60-80 milioni. La valutazione del giocatore è intorno ai 70 milioni, il rendimento futuro la definirà con più chiarezza. E l’ennesimo duello con la Juve e Paratici, che in questi mesi preparerà una controffensiva, può farlo schizzare ancora più in alto.