Vrenna (Pres. Crotone): "Pari con Juve merito prestazione del Crotone. Serie A vada avanti, protocollo non ha falle. Il Napoli..."

20.10.2020 17:00 di Giovanni Spinazzola Twitter:    Vedi letture
© foto di Uff. Stampa FC Crotone
Vrenna (Pres. Crotone): "Pari con Juve merito prestazione del Crotone. Serie A vada avanti, protocollo non ha falle. Il Napoli..."

Il Presidente del Crotone Gianni Vrenna, ai microfoni di Radio Crc, ha parlato anche di Juve-Napoli e dei bianconeri appena affrontati in campionato.

Bisogna cercare di andare avanti il più possibile, evitando un altro blocco del campionato. Uno stop come quello della passata stagione rappresenterebbe una mazzata in termini economici soprattutto per i club che di autofinanziano, come il Crotone. A dire la verità non vedo falle nel protocollo. C’è un regolamento che stiamo seguendo da mesi. I vertici del calcio hanno ritenuto opportuno confermare Juve-Napoli alla data prestabilita. Il Napoli ha pensato, invece, che non ci fossero le condizioni per partire per Torino, è stata una scelta del club. Saranno i giudici a stabilire se ha fatto bene o no”.

"Sono soddisfatto dell’inizio di campionato del Crotone, soprattutto perché abbiamo dimostrato di meritare la categoria. Esprimiamo un bel gioco. Sabato abbiamo conquistato il primo punto contro la Juve. Purtroppo si sono sottolineati soprattutto i demeriti dei bianconeri. Io, invece, credo che il risultato sia stato merito soprattutto della prestazione del Crotone”.

Squadra allenata sapientemente da Stroppa. “Il nostro mister è bravo – ha detto Vrenna – a Crotone ci abbiamo sempre visto bene in termini di allenatori. Non va dimenticato che da qui sono passati tecnici come Gasperini e Juric. Speriamo che Stroppa possa diventare ancora più bravo e regalarci la salvezza. Per noi restare in Serie A sarebbe come vincere la Champions”.

Ci proverà con una squadra ricca di talenti da coltivare. “Abbiamo portato avanti un mercato importante – ha dichiarato Vrenna a Radio Crc – ci aspettiamo parecchio da Magallàn e Rojas. Speriamo, soprattutto, con quest’ultimo di ottenere una bella plusvalenza in futuro. Per Simy non è ancora il momento di parlare di mercato. E’ un calciatore di livello. Osimhen è più veloce e più giovane, ma anche il nostro Simy continuerà a prendersi grandi soddisfazioni”.