Valentini: "Idea Superlega non mi piace, gestione Agnelli da rivedere e non capisco perché Juve, Real e Barça..."

11.06.2021 15:10 di Rosa Doro Twitter:    Vedi letture
Valentini: "Idea Superlega non mi piace, gestione Agnelli da rivedere e non capisco perché Juve, Real e Barça..."
TuttoJuve.com
© foto di Federico De Luca

Intervistato da TransfermarketWeb, l'ex direttore generale della FIGC, Antonello Valentini ha parlato anche della Superlega:

Quale è la tua idea sulla Superlega?
"L'idea della Superlega non mi è mai piaciuta, perché vedere il calcio che si organizza in una casta e ammettono solo pochi eletti a corte non è bello. Qui a venire meno è la meritocrazia del campo, a me piace il risultato e il verdetto maturato sul campo. Non mi è piaciuta l'ultima uscita di Ceferin per i rapporti personali con Agnelli, ma posso dire lo stesso del presidente bianconero".

Come mai?
"Perché Agnelli era il presidente dell'Eca, lui in quel momento rappresentava gli interessi dei club di tutta Europa e invece si è occupato di quella vicenda escludendo 12 squadre. Questo non va affatto bene. E' vero che c'è un problema economico dei grandi club, ma Agnelli era anche membro del Comitato Esecutivo dell'Uefa e la sua battaglia doveva essere svolta in quel contesto. Avrei accettato il dibattito e il contraddittorio, non una messi in piedi di una organizzazione clandestina che inizia con un comunicato in piena notte. Non mi è piaciuta la gestione di questo progetto, non capisco tutt'ora come mai Barcellona, Juve e Real sono rimaste all'interno al contrario delle altre nove che hanno fatto un passo indietro".

Quale sarà l'esito? Che cosa ne pensi?
"La Uefa adesso ha fatto bene a sospendere il procedimento nei confronti di questi tre club, in virtù anche della sentenza del tribunale di Madrid. Ora la Uefa cercherà di trovare le sue contromisure, ma ciò che mi interessa di più è di trovare un clima di confronto anche aspro e vivace con un contraddittorio forte. La mia speranza è questa".